Wall Street diventa vegan: la Beyond Meat vola a +163%

La Start Up californiana Beyon Meat fa il suo debutto a Wall Street: un successo. Durante la prima giornata di contrattazione, il titolo, fissato a 25 dollari, ha aperto in rialzo del 76% a 46 dollari per poi chiudere più che raddoppiando il prezzo d’esordio a più 163%. La start up, valutata a 1,5 miliardi di dollari in sede di collocamento, sfiora il valore di 3,4 miliardi alla fine della sua prima giornata di contrattazione: un valore di mercato stellare.

La Beyond Meat è diventata la prima azienda di burger e prodotti sostitutivi della carne 100% vegetali a quotarsi in borsa e lo ha fatto in grande stile.

L’azienda che conta tra i finanziatori il fondatore di Microsoft Bill Gates e la stella di Hollywood Leonardo Di Caprio, ha avuto un ottimo riscontro al debutto sul Nasdaq.

Il prezzo di collocamento è stato fissato a 25 dollari idurante l’Ipo (offerta pubblica iniziale); il titolo ha aperto in rialzo del 76% a 46 dollari per poi chiudere più che raddoppiando il prezzo d’esordio a più 163%. La start up, valutata a 1,5 miliardi di dollari in sede di collocamento, sfiora il valore di 3,4 miliardi alla fine della sua prima giornata di contrattazione: un valore di mercato stellare.

Il successo di Beyond Meat, rende la sua prima giornata di contrattazione, la più performante dell’anno: l’IPO di Beyond Meat è il migliore da prima della crisi finanziaria del 2008.

La notizia è rimbalzata su tutte le testate internazionali che si occupano di economia e trend di mercato.

La Beyond Meat: ritratto d’azienda.

La Beyond Meat, start-up tecnologica con sede in California fondata nel 2009, ha riscosso un successo epocale con il lancio del suo prodotto di punta Beyond Burger, disponibile in oltre 10.000 rivenditori e punti di ristoro negli Stati Uniti e oltre. Dopo aver studiato la carne animale attraverso una risonanza magnetica, il fondatore Ethan Brown e il suo team hanno scoperto che tutte le componenti – acqua, grassi, amminoacidi – sono reperibili nel mondo vegetale. Seth Goldman, presidente esecutivo di Beyond Meat, afferma: “Siamo stati il primo burger senza carne ad essere presente nella sezione carne di Whole Foods. Adesso è il burger più venduto nella sezione in uno dei punti vendita della California.”

L’azienda ha anche commissionato uno studio al Center for sustainable systems (Centro per lo studio dei Sistemi Sostenibili) dell’Università del Michigan volto a dimostrare in numeri e statistiche il ridotto impatto del burger vegetale rispetto ad un prodotto analogo a base di carne. Lo studio è disponibile a questo link: Beyond Meat’s Beyond Burger life cycle assessment: a detailed comparison between a plant-based and an animal-based protein source.

Il Beyond Meat Burger è arrivato anche in Italia, primissimo paese in Europa a distribuirlo attraverso attraverso la catena di hamburgerie Welldone.

Leggi l’approfondimento qui: È arrivato anche in Italia il famoso Beyond Meat Burger 

  1. Ottimo… parte del cambiamento è anche questo.

    Reply
  2. Che figata! Sono i grandi personaggi del mercato che possono veramente fare un “terremoto” di cambiamenti!!! Auguriamoci di vedere ogni giorno sempre più imprese di questo tipo! 😃

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti