VIDEO INTERVISTA Claudio Valeri: le abilità imprenditoriali per ripartire e comunicare in modo efficace

Strumenti per l’imprenditoria vegan e non: quali strategie di comunicazione per far fronte ad un momento così complesso? Ne parliamo con il marketing coach Claudio Valeri. Guarda il video dell’intervista.

Le aziende, i liberi professionisti o chi sta per intraprendere un nuovo business devono riflettere attentamente alla propria strategia di comunicazione. Cosa fare in questo periodo così complesso fatto di profondi cambiamenti economici? Laura Serpilli, direttrice di Osservatorio VEGANOK, ne ha parlato con il Marketing Coach Claudio Valeri.

Claudio Valeri è un marketing coach la cui mission è aiutare aziende e professionisti a “passare da vendere a farsi acquistare”. Lavora per diverse realtà ed in diversi settori; è anche Coach CERTIFICATO in PNL e Trainer nel settore del marketing. Fondatore di Accademia del Valore, la prima scuola italiana per la crescita del valore dell’impresa.

Le attività principali di cui si occupa:

  • Stesura PIANI DI GRAVITY MARKETING
  • Analisi di POSIZIONAMENTO STRATEGICO
  • MARKETING COACHING su risorse Junior e Senior
  • Percorsi di formazione

Ecco di seguito le principali tematiche a cui Claudio Valeri ha fornito una risposta nell’intervista:

  • STRATEGIA E GRAVITY MARKETING: di cosa si tratta?
  • FORMAZIONE E ABILITÀ DA IMPLEMENTARE: In questo momento non possiamo non considerare il fattore TEMPO. Molte persone (imprenditori, freelance o dipendenti) stanno avendo più tempo che in molti, secondo le statistiche, hanno usato per fruire di contenuti online e formarsi. Le abilità e le competenze che risulteranno vincenti in fase post Covid-19: cosa farà la differenza per arginare i danni di questo periodo di stop?
  • IMPRENDITORIA VEGAN: Secondo l’ultimo report Eurispes è veg l’8,9% della popolazione italiana. Di fronte alla domanda “è vegetariano?” Il 6,7% degli italiani intervistati afferma di esserlo, il 2,2% dichiara invece di essere vegano (contro l’1,9% del 2018). Si tratta di un numero in aumento. Nel 2019 era il 7,3% e nel 2018, quando questa percentuale era il 7,1%.Alla base della scelta troviamo soprattutto la salute e il benessere (23,2%) e l’amore e il rispetto nei confronti del mondo animale (22,2%). Non manca chi ritiene così di mangiare meno e meglio (il 19,2%). Per il 17,2% dei vegetariani/vegani questo stile alimentare è parte integrante di una più ampia filosofia di vita. Alcuni (9,1%) hanno modificato le abitudini alimentari per curiosità. L’impatto ambientale, la salvaguardia e la tutela nei confronti dell’ambiente 5,1% del campione. Qual è la leva più incisiva per promuovere il prodotto vegan e costruire una campagna prodotto?
  • PRESENZA SOCIAL: Ci si può concedere di non avere una strategia? Come si sceglie il social adatto alla nostra comunicazione? Dobbiamo stare in tutti e costruire una strategia onnicomprensiva e omnicanale
  • COMUNICARE IL PROPRIO VALORE: Quali sono i tratti principali in grado di conferire valore? In un contesto in cui tutte le aziende comunicano in maniera simile qual è l’elemento differenziante?
  • NUOVI CONSUMATORI ONLINE: QUALI VANTAGGI? Da inizio anno sono 2 milioni i nuovi consumatori online in Italia:, 1,3 milioni dei quali, “nati” durante il lockdown. Negli stessi mesi dello scorso anno (da gennaio e maggio 2019), infatti, si registravano 700.000 nuovi consumatori: è la stima di Netcomm, il Consorzio del Commercio Digitale Italiano Netcomm. Ci sono quindi quasi 1,5 di utenti nuovi online, sono ricettivi, acquistano e sperimentano le potenzialità della rete. In che modo questo dato diventa significativo per un’azienda concretamente? C’è questo vento di potenziale opportunità ma come lo sfruttiamo?
  • CENTRALITA DEL TESTO E COPYWRITING: Nell’ottica della costruzione di una propria strategia di comunicazione, sempre più spesso di parla della centralità del testo. Modulare il linguaggio per comunicare il proprio valore, il proprio prodotto o la propria offerta diventa il fulcro attorno cui costruire campagne, landing page, testi email ecc. “Content is king” (il contenuto è sovrano):è ciò che scrisse Bill Gates nel 1996 in un saggio. Dietro ciò c’è la convinzione che il contenuto, in particolare il testo, sia fondamentale per il successo di una realtà imprenditoriale. Parliamo di copywriting: è possibile farne a meno nella propria strategia
  • PICCOLE IMPRESE: Immaginiamo l’ipotesi di una piccola impresa a conduzione familiare che produce cosmestici o prodotti alimentari trasformati e puntando tutto sul controllo della filiera, sul reperimento a livello locale delle materie prime. è un modello molto consolidato sul territorio italiano. Quali sono gli strumenti che assolutamente deve avere nella sua “cassetta degli attrezzi”?Sito web, pagina facebook, newsletter…quali sono gli strumenti indispensabili?

GUARDA ADESSO la puntata “Come comunicare bene il valore di un’azienda?”

  1. Un’intervista davvero interessante, molto utile non solo a chi deve avviare una propria attività ma anche e soprattutto a chi vuole crescere e ampliare i propri orizzonti. Complimenti a Claudio Valeri e ovviamente alla bravissima Laura Serpilli.

    Reply
  2. Avatar

    Interessantissimo e alcuni concetti cercherò di applicarlo alla attività di famiglia

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti