Veganuary: record di adesioni nel 2019. Quali opportunità per il comparto produttivo?

Torna dal 1° gennaio 2020 Veganuary, l’iniziativa nata nel 2014 nel Regno Unito per portare le persone a provare un’alimentazione 100% vegetale per tutto il mese di gennaio. Il prossimo gennaio la campagna sarà portata anche in Italia dall’associazione animalista Essere Animali

Gennaio è da sempre il mese dedicato al cambiamento e ai buoni propositi e non è un caso che da qualche anno sia il mese dedicato a diffondere lo stile di vita vegan attraverso la promozione di una dieta 100% vegetale. L’iniziativa si chiama Veganuary (neologismo che deriva dalla fusione tra vegan e January, gennaio), è nata nel 2014 nel Regno Unito e consiste nell’invitare le persone a provare per 31 giorni una dieta completamente plant based. Dall’anno della sua invenzione, Veganuary ha riscosso sempre maggiore successo a livello internazionale – anche grazie alla promozione da parte di associazioni animaliste e ambientaliste nel mondo – tanto che lo scorso anno si stima che vi abbiano aderito più di 250 mila persone nel mondo.

Chiunque decida di aderire all’iniziativa riceve via mail una sorta di “kit” di informazioni di base per avvicinarsi all’alimentazione plant based insieme a guide per conoscere ristoranti vegan friendly, suggerimenti su prodotti da acquistare e un database di ricette 100% vegetali da seguire per tutto il mese. I partecipanti sono poi invitati a condividere immagini e ricette sui social media, così da diffondere il messaggio che l’alimentazione plant based è facile e alla portata di tutti.

A portare in Italia Veganuary a gennaio 2020 sarà l’associazione animalista Essere Animali – è infatti possibile aderire gratuitamente all’iniziativa, oltre che dal sito ufficiale della campagna, anche dal sito dell’associazione, ottenendo consigli e ricette in italiano – ma “global ambassador” dell’iniziativa è l’attore e attivista statunitense Joaquin Phoenix, vegano da molti anni e da sempre volto noto di molte campagne animaliste e ambientaliste a livello internazionale. “Se guardi alla crisi climatica o alla violenza del nostro sistema alimentare e ti senti impotente – ha detto Phoenix – pensando ‘Vorrei poter fare qualcosa’, puoi farlo. Subito. Iscriviti e prova una dieta vegetale nel mese di gennaio”.

Veganuary: record di adesioni dal 2014 a oggi

Quando è partito Veganuary ha registrato una partecipazione di 3.300 persone; secondo le stime, a gennaio 2018 il numero delle persone che hanno scelto di bandire dalla propria alimentazione derivati animali per un mese era salito a 168.500 iscrizioni ufficiali da tutto il mondo. Da quando il movimento ha preso vita cinque anni fa, i numeri dei partecipanti sono più che raddoppiati arrivando a coinvolgere persone in 193 paesi.

La grafica mostra l’adesione a Veganuary 2019 in base alle aree geografiche

 

Il 2019, secondo le stime ufficiali, è stato l’anno in cui si è registrato il maggior numero di adesioni da quando è stata lanciata la campagna: si parla di una cifra record di 250.000 persone in tutto il mondo di età, sesso ed etnie completamente diversi ad aver aderito al “gennaio vegano”. Le motivazioni? Il 46% dei partecipanti ha dichiarato di aver partecipato per ragioni legate alla propria salute, il 34% per motivazioni etiche e il 12% per ragioni connesse alla salvaguardia ambientale.

Ma non è tutto: secondo le stime rese note dagli organizzatori, il 47% delle persone che ha partecipato alla campagna, dopo questo mese di prova, ha scelto di continuare con un’alimentazione 100% vegetale, segno evidente di come il vegan sia sempre più mainstream e alla portata di tutti, anche grazie a un mercato globale ormai guidato dalle richieste di consumatori attenti e consapevoli. Tra i partecipanti che invece sono tornati a un’alimentazione onnivora, il 77% ha dichiarato che proverebbe nuovamente l’alimentazione plant based per un periodo, mentre ben il 98% degli aderenti si è detto soddisfatto di Veganuary e ne raccomanderebbe la partecipazione ad altri. Gli obiettivi per il 2020? Visto il successo delle edizioni passate, gli organizzatori prevedono l’adesione di oltre 350 mila persone provenienti da tutto il mondo.

Sostieni anche tu la libera informazione!

Scegli per i tuoi acquisti prodotti certificati VEGANOK e invita i tuoi conoscenti a fare lo stesso.
Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Vai alla barra degli strumenti