VEGANOK TG NEWS: Speciale Standard Vegan Europeo

La legislazione in merito all’etichettatura dei prodotti vegan è al momento incompleta e definisce in maniera non chiara la differenza tra un prodotto “vegetale” ed uno “vegan”. Un board composto da 7 tra le più importanti organizzazioni europee ha scritto un documento congiunto e condiviso presentato in Commissione Europea. 

Un board composto dalle organizzazioni vegan più influenti in Europa, ha collaborato per mesi alla realizzazione di una definizione congiunta sul concetto giuridico di “vegan”.

Quali sono le associazioni operanti?

VEGANOK (Italia), Associazione Vegani Italiani Onlus (Italia), Förderkreis Biozyklisch Veganer Anbau (Germania), Safe Food, Advocacy Europe (Belgio), The Vegan Society (UK), Vegan France (Francia),Vegetik (Belgio).

Il board presieduto da Sauro Martella fondatore del Network VEGANOK, ha definito uno standard “minimo” di riferimento comune, una soglia sotto la quale un prodotto di qualsiasi genere non possa definirsi “vegan” o “adatto ai vegani”.

Clicca e GUARDA LO SPECIALE a cura di Francesca Ricci direttrice di VEGANOK Tg News e Laura Serpilli direttrice di Osservatorio VEGANOK 

SCARICA QUI IL DOCUMENTO DELLA DEFINIZIONE EUROPEA DI “VEGAN”

Video transcription

Vegan e vegetale significano la stessa cosa? Malgrado quello che si possa pensare ad una primissima analisi, la risposta è no.

Tutti i prodotti vegani sono vegetali ma non tutti i prodotti vegetali sono anche vegani.

Mentre il termine “vegetale” indica la sola assenza di ingredienti di origine animale nel prodotto, il concetto di “vegan” attiene anche a parametri legati alla produzione, chiarendo la presenza di requisiti minimi etici.

7 tra le più importanti organizzazioni vegan in Europa hanno collaborato per elaborare uno standard condiviso in grado di definire il significato di vegan. Il board si è riunito la prima volta nel 2015, è guidato dall ONG Safe Food Advocacy di Bruxelles ed è presieduto da Sauro Martella, fondatore del Network VEGANOK.

E ora è stato finalmente pubblicato un documento frutto del lavoro del gruppo. Il board, guidato dalla Ong Safe Food Advocacy di BruxrllEs e presieduto da Sauro Martella di VEGANO NETWORK ha identificato in 3 regole, i requisti minimi e inderogabili per poter etichettare una referenza come “vegan”:

1. un prodotto è vegan se NON contiene componenti di origine animale compresi additivi, aromi ed enzimi. Niente di origine animale viene inoltre utilizzato (o aggiunto) durante il processo di fabbricazione, preparazione, trattamento o immissione sul mercato.

2. la contaminazione crociata involontaria con prodotti non conformi o allergeni è ammessa. “Le tracce di” rendono comunque adatto il prodotto al consumo per vegani

3. L’azienda produttrice NON DEVE condurre né commissionare pratiche di vivisezione o test su animali né per quanto riguarda il prodotto né per ciò che concerne i singoli ingredienti o i coadiuvanti utilizzati.

Il documento è stato presentato alla Commissione Europea attraverso la collaborazione di 6 eurodeputati e rappresenta una proposta vincolante per le associazioni che lo hanno sottoscritto e va considerato come lo strumento al momento più autorevole e completo sulla base del quale scrivere un regolamento comunitario di attuazione. Vi terremo aggiornati sugli sviluppi.

Leggi l’approfondimento completo qui:

Rapporto Standard Vegan in Europa 2019

Ogni giovedì, sarà pubblicata una nuova edizione di VEGANOK Tg News in collaborazione con Osservatorio VEGANOK. Dove è disponibile? Online e sul digitale terrestre. Scopri di più

  1. Bellissimo il TG vegan!
    Si ricomincia!!!!’
    🙂

    Reply
  2. Avatar
    Gian Maria Cavalieri 2 Maggio 2019, 12:29

    Ottimo servizio e spiegazioni chiare e precise!

    Reply
  3. Puntualità è professionalità !
    Ottime spiegazioni .

    Reply
  4. Chiarissimo! Brava Laura!

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti