VEGANOK TG NEWS: online la nuova edizione settimanale

Nuova edizione della rassegna settimanale. Ecco tutte le notizie della settimana e gli approfondimenti.

GUARDA IL VIDEO CON TUTTE LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA:

 

Ogni persona che vive in un Paese che fa parte del G7 – quindi Canada, Francia, Germania, Giappone, Italia, Regno Unito e Stati Uniti – causa ogni anno la perdita di quasi quattro alberi, molti dei quali nelle foreste tropicali che ospitano la fauna selvatica. Il motivo? La richiesta e il consumo di prodotti come caffè, cioccolato, olio di palma e carne. A rivelarlo è uno studio pubblicato di recente sulla rivista scientifica Nature Ecology and Evolution, e realizzato per mappare il quadro della deforestazione a livello globale associata al commercio internazionale. Continua a leggere la notizia qui:

Studio: la fame occidentale di cacao, caffè e carne tra le prime cause di deforestazione

Qual è la capitale vegan-friendly d’Italia? Myprotein (una piattaforma che commercializza prodotti veg) ha stilato una classifica basata sul numero di attività di ristorazione e negozi vegan-friendly presenti nelle principali città italiane. La graduatoria porta in testa Roma che ospita il maggior numero di ristoranti e negozi. Quasi 250 locali dedicati a questo tipo di cucina di cui 16 esclusivamente vegani e altri 147 che hanno almeno un’alternativa plant-based. Seguono a ruota Torino, Milano, Venezia e Bologna. Continua a leggere la notizia qui:

Roma capitale vegan friendly d’Italia: l’intervista

Il 6 aprile si celebra in Italia e nel mondo il Carbonara Day – promosso dai pastai di Union food e da Ipo (International Pasta Organization) con il sito We Love Pasta – per rendere omaggio a uno dei piatti italiani più famosi. Le origini di questa ricetta romana risalgono al Secondo dopoguerra e da allora sono state decine le rivisitazioni, più o meno apprezzate, della ricetta originale. Quello che è certo è che questo piatto è uno dei simboli dell’Italia nel mondo, tanto che ad oggi l’hashtag #Carbonara conta oltre 1.4 milioni di post su Instagram. Continua a leggere la notizia qui:

Carbonara day 2021: rivisitare in chiave vegetale i piatti della tradizione si può

Menu a domicilio e food delivery saranno i grandi protagonisti della Pasqua 2021, bloccata dalle restrizioni anti Covid. Quella del cibo da asporto è una tendenza che ha preso piede necessariamente nel 2020, e che si è consolidata nel tempo, portando ristoranti e locali a offrire ai clienti una nuova esperienza di consumo. Solitamente, circa 7 milioni di italiani scelgono di consumare il pranzo di Pasqua al ristorante; quest’anno, come sappiamo, non sarà possibile mangiare fuori casa, ma restano attivi in tutta Italia i servizi di delivery e take away. Non mancheranno anche i menu creati ad hoc dagli chef, per garantire ai consumatori portate “da ristorante” anche tra le mura domestiche. Continua a leggere la notizia qui:

Pranzo di Pasqua 2021: in lockdown, tra delivery e take away

Sostieni anche tu la libera informazione!

Scegli per i tuoi acquisti prodotti certificati VEGANOK e invita i tuoi conoscenti a fare lo stesso.
Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

  1. Avatar

    Grazie per le notizie che ci fanno sperare in un cambiamento vicino

    Reply
  2. Avatar
    Gian Maria Cavalieri 8 Aprile 2021, 7:43

    Sapevo che anche la produzione di caffè impatta notevolmente sull’ambiente ma non pensavo a questi livelli anche se avrei dovuto immaginarlo, essendo uno dei prodotti più consumati al mondo 😢

    Reply
  3. Avatar

    Immaginavo che il caffè avesse un impatto notevole sulla deforestazione, ma avevo paura di esserne certa! Cercherò di ridurre ed eliminare anche quello! 💪🏻

    Reply
  4. Ogni volta che vedo il nostro tg sono il primo a meravigliarmi di come l’uomo agisca nella follia

    Reply
  5. Notizie interessanti e per certi versi purtroppo anche “impressionanti”

    Reply
  6. Da milanese invidio un po’ il primato di Roma 😀 ma ben vengano città sempre più “a misura di vegano”!

    Reply
  7. Avatar

    Sicuramente una bella sorpresa Roma capitale vegan , ma del resto capitale è capitale !

    Per il resto mi ha davvero impressionato la strage di Alberi
    Dobbiamo consapevolmente scegliere ciò che acquistiamo , senza rinunciare , le giuste quantità e senza sprechi
    Ogni spreco è un danno insensato al Pianeta oltre ad essere offensivi nei confronti degli ultimi
    Go Vegan

    Reply
  8. Avatar

    Non mi sarei mai aspettato che Cacao e Caffè avrebbero avuto un impatto così grande

    Reply
  9. Avatar

    La vera informazione! 😉

    Reply
  10. Avatar

    Notizie sempre interessanti, grazie! Spero che le città “vegan friendly” siano sempre di più!

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti