VEGANOK TG NEWS: online la nuova edizione settimanale

Nuova edizione della rassegna settimanale di VEGANOK TG NEWS e OSSERVATORIO VEGANOK. Ecco tutte le notizie della settimana e gli approfondimenti.

GUARDA IL VIDEO CON TUTTE LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA: 

Mentre a Tel Aviv è stato da poco inaugurato il primo ristorante che serve carne di pollo creata in laboratorio, Singapore è ufficialmente il primo Paese al mondo in cui è consentita – grazie all’approvazione da parte della Singapore Food Agency (SFA)  – la vendita della cosiddetta “clean meat”. Protagonisti di quella che viene considerata una svolta epocale per l’industria della carne in vitro sono i nuggets creati dalla start up Eat Just, che ha sede a San Francisco ed è già nota per la produzione dell’”uovo vegetale” Just Egg. Come nel caso della carne servita nel ristorante israeliano, non parliamo di un prodotto vegetale che imiti i tessuti animali, ma di vere e proprie cellule animali coltivate in laboratorio. Continua a leggere la notizia qui:

Carne in vitro: Singapore è il primo Paese al mondo a dare il via libera per la vendita

Colorati, allegri e invitanti, i dolcetti e le caramelle gommose sono uno dei simboli dell’Epifania e una parte irrinunciabile delle festività per moltissime persone. Quello che non tutti sanno, però, è che spesso contengono uno o più derivati animali, oltre che quantitativi spropositati di zucchero raffinato, molti conservanticoloranti, addensanti, acidificanti come acido citrico e acido malico, aromi chimici estratti mediante solventi. Non mancano in commercio prodotti più salubri con ingredienti di origine vegetale, ma ad ogni modo i principali prodotti nella grande distribuzione hanno una formulazione molto ricca di queste componenti. Parlando di ingredienti di origine animale, la gelatina alimentare è tra quelli più comuni all’interno di caramelle e dolcetti. È riportata in etichetta con la sigla E441 e si tratta di un materiale gelificato. Continua a leggere la notizia qui:

Caramelle gommose e dolcetti: quali ingredienti non vegan si nascondono nella calza della Befana?

Nata nel 2014 nel Regno Unito per avvicinare le persone alla scelta vegan, Veganuary è un’iniziativa mondiale che nel tempo ha riscosso sempre maggiore successo e che può rappresentare un’opportunità importante anche per le aziende e le attività di ristorazione. Sì, perché i numeri delle adesioni sono decisamente importanti: solo nel 2020 hanno aderito all’iniziativa – che ha un impatto mediatico elevatissimo a livello internazionale – oltre 400 mila persone e migliaia di aziende hanno scelto di lanciare nuove referenze o menu plant-based proprio in questa occasione. In Europa vi hanno aderito con successo colossi del calibro di KFC, Pizza Hut, Subway, McDonalds, Deliveroo, Aldi e Marks & Spencer, grandi player del mercato nel settore food e della GDO. Continua a leggere la notizia qui:

Veganuary 2021: ecco perché partecipare se hai un ristorante o un’azienda

I cambiamenti climatici sono ormai un fenomeno tristemente noto, come lo è la loro connessione con il nostro sistema alimentare. Per questo motivo, gli esperti ritengono che il 2021 sarà l’anno in cui prenderà piede una maggiore consapevolezza dell’impatto ambientale dei cibi, e la conseguente propensione per il consumo di prodotti di origine vegetale. Un approccio non drastico, che non stravolgerà completamente le abitudini di consumo, ma che potrà contribuire attivamente alla riduzione dell’impatto sul clima. Continua a leggere la notizia qui:

Trend alimentari e di consumo del 2021: cosa ci aspetta?

A giovedì prossimo con la rassegna settimanale.

Sostieni anche tu la libera informazione!

Scegli per i tuoi acquisti prodotti certificati VEGANOK e invita i tuoi conoscenti a fare lo stesso.
Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

  1. Interessanti notizie come sempre

    Reply
  2. Evviva la Befana… ma facciamo attenzione a cosa mettiamo nella calza!!! 😉

    Reply
  3. Avatar
    Gian Maria Cavalieri 8 Gennaio 2021, 11:07

    Il top dell’informazione vegan!

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti