VEGANOK TG NEWS: online la nuova edizione settimanale

Nuova edizione della rassegna settimanale: in questo video di pochi minuti, ecco le principali notizie curate negli ultimi sette giorni dalla nostra redazione.

Alimentazione vegetale, sostenibilità, etica, personaggi e molto altro: ogni settimana ti raccontiamo il mondo vegan, attraverso le notizie e gli approfondimenti curati dalla redazione di VEGANOK Network. Cosa aspetti? La strada verso il cambiamento inizia dalla consapevolezza!

Guarda il video con tutte le notizie della settimana:

È arrivato il momento di riconoscere formalmente e pubblicamente il ruolo dell’agricoltura animale come uno dei maggiori responsabili del cambiamento climatico. Lo sostengono ufficialmente i 18 personaggi famosi – tra cui Billie Eilish, Joaquin Phoenix (in foto) e Moby – che hanno firmato la lettera inviata al deputato Alok Sharma, presidente della conferenza Cop26, fissata per discutere della crisi climatica. Questo vertice delle Nazioni Unite, che si terrà a novembre a Glasgow (UK), è per molti l’ultima occasione che abbiamo per mettere in campo azioni concrete ed efficaci prima che sia troppo tardi. Volti noti a livello mondiale, che sono già attivisti vegani di lunga data, sfruttano la propria popolarità per portare sotto i riflettori quello che sembra l’argomento tabù per eccellenza quando si parla di cambiamenti climatici: gli allevamenti intensivi.

Basta tabù, le star chiedono di riconoscere il ruolo degli allevamenti nella crisi climatica

Dopo anni di ricerche, studi e raccolte fondi, è disponibile per il pubblico “Eating our way to extinction“, il documentario che promette di diventare il nuovo “Cowspiracy” per l’impatto che avrà sugli spettatori. Narrato e prodotto dall’attrice Kate Winslet, è una testimonianza scioccante dell’effetto delle nostre abitudini alimentari sul pianeta. Le evidenze scientifiche si uniscono alle immagini di distruzione per fornire una visione globale del problema. L’obiettivo è uno solo: portare gli spettatori a fare la connessione tra quelle drammatiche immagini di deforestazione, disastri ambientali e inquinamento e ciò che decidono di portare in tavola ogni giorno.

Il documentario shock che ti spingerà a diventare vegano è in streaming

Torna a Los Angeles la Vegan Fashion Week (VFW), la terza edizione dell’evento dedicato esclusivamente all’alta moda vegana. L’8 e il 9 ottobre 2021, sfileranno sulle passerelle le proposte cruelty-free dei moltissimi partecipanti, seguendo il tema della stagione, “Expansion“, che esplora attraverso le lenti della moda le sfide che il nostro pianeta sta affrontando, soprattutto in tema di cambiamenti climatici e sfruttamento animale. Fino a non molti anni fa, i concetti di alta moda, sfilate e passerelle andavano di pari passo con l’idea di capi in pelliccia, pelle e pregiati tessuti di origine animale. La fashion week era l’occasione per ribadire questo connubio, e per celebrare creazioni che erano a tutti gli effetti il simbolo di un pensiero radicato. Questo, almeno fino al 2019, quando è stata inaugurata la prima Vegan Fashion Week della storia: una pietra miliare nel mondo della moda, nata grazie all’idea di Emmanuelle Rienda, stylist 36enne vegana e attivista per i diritti degli animali.

Torna la Vegan Fashion Week, l’evento che porta la moda etica in passerella

Sono entrambi rapper, imprenditori e produttori statunitensi di fama internazionale, ma da oggi ad accomunare Eminem e Jay-Z c’è anche l’interesse per il mondo vegan. Le due star hanno da poco accostato il proprio nome e la propria notorietà alla scelta plant-based, anche se in modo diverso. Eminem, oggi 48 anni, ha aperto in questi giorni a Detroit il suo primo ristorante, il Mom’s Spaghetti, che riprende il testo di uno dei suoi successi, Lose Your Self. Qui, dove il menu è rappresentato solo da spaghetti serviti (letteralmente) in tutte le salse, la scelta vegan è rappresentata dallo spaghetti meatball, piatto in cui le classiche polpette di carne sono però sostituite da un analogo 100% vegetale. C’è poi Jay-Z, che ha da poco investito una quota ingente per finanziare il marchio di formaggi vegani Misha’s Kind Foods, andando ad aggiungerlo alla nutrita lista di “investimenti a base vegetale” che ha portato avanti in questi anni. Parliamo di un finanziamento iniziale di 3 milioni di dollari, che provengono dalla sua società di investimento Marcy Venture Partners, con la quale sostiene diverse realtà, tra cui anche Impossible Foods e Oatly.

Dal rap al vegan, Eminem e Jay-Z puntano sulle alternative 100% vegetali

A giovedì prossimo con le notizie della settimana!

Sostieni anche tu la libera informazione!

Scegli per i tuoi acquisti prodotti certificati VEGANOK e invita i tuoi conoscenti a fare lo stesso.
Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Vai alla barra degli strumenti