VEGANOK TG NEWS: online la nuova edizione settimanale

Nuova edizione di VEGANOK TG NEWS realizzata da Francesca Ricci in collaborazione con OSSERVATORIO VEGANOK. Ecco tutte le notizie della settimana e gli approfondimenti.

GUARDA IL VIDEO CON TUTTE LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA:

La filiera in etichetta: un fenomeno dal valore di 259 milioni di euro Corta, controllata, garantita, certificata: la filiera è il tema del momento nel mondo del food e invade le confezioni dei prodotti venduti nella distribuzione moderna. Ma quanto vale nel largo consumo confezionato? Secondo un’indagine dell’Osservatorio Immagino Nielsen, oltre 259 milioni di euro Sono stati individuati sulle confezioni degli alimentari confezionati ben quattro claim che parlano del “background” dei prodotti. Il più rilevante e quello più performante è “filiera controllata”, con 345 prodotti e vendite superiori a 125 milioni di euro, in crescita di +12,3% rispetto al 2017. Continua a leggere la notizia qui:

La filiera in etichetta: un fenomeno dal valore di 259 milioni di euro

Il bambù è ormai entrato a pieno titolo nella categoria dei superfood: un settore in crescita vertiginosa. Dall’ultimo rapporto dell’Osservatorio VEGANOK infatti, le referenze a base di superfood, risultano essere un’abitudine di acquisto per ben 1 italiano su 4 Le condizioni ambientali insieme con una grande spinta imprenditoriale, hanno generato un significativo incremento negli investimenti nella produzione di bambù in Italia. Gli usi sono davvero molteplici: arredamento, make-up, filati, realizzazione di occhiali, orologi e oggetti di design. Il food però, risulta essere uno dei maggiori mercati di riferimento. I prodotti a base di bambù rispondono alla crescente domanda di prodotti salutari e naturali. Continua a leggere la notizia qui:

Il bambù sulle tavole degli italiani: la proposta Bambubio

Un gruppo di 65 scienziati ha firmato una lettera di richiesta che invita i sindaci delle città di tutto il mondo a ridurre la quantità di carne e prodotti lattiero-caseari serviti nei menu delle scuole. I ricercatori sono provenienti da Spagna, Francia, Svezia, Danimarca, Regno Unito, Svizzera, Canada, Germania, Filippine e Stati Uniti. ” Gli scienziati spiegano che i sindaci hanno l’autorità di avere un impatto in termini di politica pubblica, citando recenti vittorie come l’espansione del lunedì senza carne1.700 scuole pubbliche di New York implementate dal sindaco di New York Bill de Blasio e dal presidente del distretto di Brooklyn Eric L. Adams. “Per creare un futuro che sia salutare sia per i cittadini che per il pianeta”, afferma la lettera, chiediamo ai sindaci di ridurre la carne nei pasti serviti nelle nostre mense pubbliche e di aumentare gli alimenti a base vegetale”. Continua a leggere la notizia qui:

Cambiamento climatico: 65 scienziati firmano una lettera per chiedere meno carne nelle mense pubbliche

Ad IKEA In canada è arrivato il Burger vegan, Il Växt Burger viene servito con lattuga, pomodori, cipolle rosse e maionese vegana. La catena di mobili svedesi più famosa del mondo, negli ultimi anni ha aggiunto una varietà di opzioni vegane, incluso il gelato a soli 0,50 centesimi. la nuova offerta fa parte dello sforzo di Ikea di ridurre le emissioni di carbonio. Il concept che si trova ovviamente anche in italia, è un trailer fuori dal negozio IKEA che serve alcuni dei suoi articoli da bistrot come il nuovo hot dog vegan realizzato con una miscela di cavolo, lenticchie rosse, carote e zenzero, con Ketchup e maionese conformi allo standard VEGANOK. E la gente sembra amarlo molto, infatti in soli due mesi, Ikea ha venduto 1 milione di hot dog vegan. Continua a leggere la notizia qui:

Ikea Canada: il lancio ufficiale del burger vegetale 

A giovedì prossimo con la rassegna settimanale.

  1. Come per ogni settimana ottime notizie! Gli scienziati che chiedono più menù vegan nelle mense, un esempio importante che dovrebbero seguire tutti: medici, adetti al settore, ecc…

    Reply
  2. Notizie positive ed incoraggianti per il futuro del nostro pianeta e per le prossime generazioni
    🙂

    Reply
  3. Avatar
    Gian Maria Cavalieri 10 Ottobre 2019, 8:28

    Notizie interessanti anche questa settimana: un prodotto ecosostenibile, un marchio strafamoso in tutto il mondo che, già da alcuni anni, ha cominciato a vendere prodotti vegetali per ridurre l’impatto ambientale e la presa di posizione da parte di alcuni scienziati. È evidente che la direzione da seguire è stata tracciata.

    Reply
  4. La notizia degli scienziati che chiedono ai sindaci del mondo di ridurre carne e latticini nelle mense scolastiche è davvero rincuorante, peccato non ci sia uno scienziato italiano 😓

    Reply
  5. Brave Ragazze! Il vostro lavoro è sempre molto prezioso perchè l’informazione, quella vera, è molto importante al giorno d’oggi. Grazie!

    Reply
  6. Questione mense scolastiche: molti sono gli Stati all’interno dei quali sono stati fatti dei cambiamenti sostanziali in termini di proposta culinaria. L’obiettivo è per tutti prendere il menù sostenibile, nutriente ed in linea con le esigenze etiche ed ambientali di questo momento storico. In Italia non molte sono le iniziative in questo senso.

    Reply
  7. Se solo anche l’Italia rientrasse tra i paesi che muovono grandi passi verso la scelta sostenibile 🙄 ma siamo fiduciosi, anche il nostro paese si muoverà in questa direzione, l’unica davvero possibile!

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti