Uno studio lo conferma: il 90% dei consumatori di prodotti vegetali non è vegetariano né vegano

L’alimentazione plant based diventa sempre più mainstream, non solo tra la popolazione “veg”: sono soprattutto i consumatori onnivori a scegliere le alternative a base vegetale, viste come prodotti più sani rispetto a quelli di derivazione animale

Il 90% dei consumatori di prodotti vegetali non è né vegetariano né vegano: a rivelarlo è lo studio intitolato The Future of Plant-based Snapshot, effettuato dal gruppo NPD, che si occupa di analisi di mercato. Secondo i dati raccolti, che riguardano il rapidissimo aumento degli alimenti a base vegetale nei supermercati e nei menu dei ristoranti, sono i millennial – nati tra il 1981 e il 1996 – i principali consumatori di alternative vegetali alla carne.

Ci sono poi coloro che appartengono alla cosiddetta “Generazione X” – nati tra il 1965 e il 1980 – che risultano particolarmente inclini al consumo di prodotti vegetali “alternativi” a quelli di origine animale e ciò ha un doppio vantaggio. Infatti, non solo riducono il proprio consumo di prodotti di origine animale, ma essendo molti di essi genitori di coloro che appartengono alla “Generazione Z” – nati tra il 1997 e il 2019 – con tutta probabilità stanno crescendo figli fortemente inclini al cambiamento verso l’alimentazione plant based.

Alimentazione a base vegetale: la scelta del futuro

Tutto questo, naturalmente, ha ripercussioni positive sul mercato plant based odierno, ma permette anche di fare pronostici particolarmente rosei per il futuro: siamo infatti di fronte a gruppi di consumatori particolarmente giovani, il che fa ben sperare rispetto alle prossime tendenze di consumo. L’NPD prevede infatti che gli alimenti a base vegetale “resisteranno nel tempo”, oltre a rivelare che il consumo di alimenti plant based non riguarda il rifiuto delle fonti proteiche animali: basti pensare che “circa il 90% dei consumatori di alternative vegetali non è né vegetariano né vegano, ma piuttosto interessato a nuove opzioni alimentari”.

Ma non è tutto: secondo Deliveroo – uno dei leader internazionali nella consegna di cibo pronto a domicilio – questa tendenza si confermerà anche negli ordini effettuati il prossimo anno. Una delle principali tendenze alimentari per il 2020 sarà infatti rappresentata da consumatori onnivori che ordinano cibo vegano. Non a caso il servizio di food delivery ha visto aumentare gli ordini vegani del 330% negli ultimi due anni, ma anche il numero di venditori che si rivolgono a consumatori vegani sulla piattaforma è cresciuto del 168% negli ultimi 12 mesi; a questo si aggiunge che il vincitore del Deliveroo’s Restaurant Awards 2019 è stato Oowee Vegan, a Bristol. Una tendenza, in realtà, che si è riscontrata anche quest’anno nel nostro paese: alcune piattaforme di food delivery hanno confermato che in Italia spopolano i cibi healthy, con la cucina plant based in espansione. Parliamo addirittura di un +85% di ordini a domicilio, che la fanno entrare di diritto nella top 10 di questo 2019, in sesta posizione.

 

  1. Avatar

    Questa può essere vista come una ottima notizia per fare un cambiamento radicale bisogna colpire la base della piramide e questo dati dimostrano questa tendenza

    Reply
  2. Tutto questo va a sottolineare quanto sia importante per ogni azienda aggiungere opzioni vegan.
    La certificazione VEGANOK nasce proprio per permettere ad ogni azienda di farlo in modo corretto e consapevole con un marchio riconosciuto ed apprezzato dai consumatori.
    Go Vegan!
    🙂

    Reply
  3. A piccoli passi arriveremo alla meta.
    Deve esserci un cambiamento culturale che, volenti o nolenti, avviene sempre per gradi. Ma l’importante è che avvenga.

    Reply
  4. Tutto fa! Benissimo anche se non sono vegani o vegetariani l’importante è che continuino a prediligere l’alimentazione vegetale, perché l’offerta va comunque in base alla domanda.

    Reply
  5. Un segnale forte e un’ottima strada verso il cambiamento 🙂 noi vegani non siamo ancora la maggioranza, ma se la tendenza è questa il consumo di alimenti plant based diventerà la norma! ✌🏻

    Reply
  6. Questa tendenza definita “flexitarian” non fa altro che confermare la direzione verso la quale si sta andando… avanti così

    Reply
  7. I prodotti vegetali possono essere consumati da chiunque, sono leggeri, meglio digeribili e più sani di quelli a base di carne.. perchè quindi non cambiare definitivamente le proprie abitudini?

    Reply
  8. En beh! Io sono circondata da consumatori di cibo vegetale senza che siano veg. Nei bar se arrivi alle 10 finiti i cornetti vegani. Chiedi “ma sono vegani i clienti che li scelgono?” risposta: “, lo preferisco perché più leggero”

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti