Scarpe vegetali e sostenibili: l’esempio di Reebok che lancia le sneakers da running in eucalipto

Il mercato globale chiede sostenibilità in ogni contesto e sono molte le aziende che lanciano referenze innovative e all’avanguardia: ecco l’esempio di Reebok, che in autunno lancerà sul mercato sneakers vegetali realizzate con semi di ricino, alghe, eucalipto e gomma naturale


Se è vero che la sostenibilità è ormai un imperativo in qualsiasi ambito produttivo, va da sé che in ogni mercato le aziende tentino di allineare la propria produzione alle richieste di consumatori sempre più consapevoli e ai trend del momento. È in questo momento storico di riassetto della produzione in ottica “green” che si colloca il lavoro di aziende più o meno note a livello internazionale, che convertono del tutto la produzione o aggiungono referenze a quelle già sul mercato; questo, ovviamente, non vale solo per l’industria alimentare.

Quello delle scarpe vegan è un mercato in forte espansione, nonostante l’industria calzaturiera sia da sempre legata all’uso di materiali di derivazione animale. Non si contano le aziende che abbiano deciso di puntare su referenze cruelty-free per seguire le richieste di mercato: ultima in ordine di tempo è il colosso dell’abbigliamento sportivo Reebok, che di recente ha annunciato la creazione di una nuova linea di scarpe plant based da running. Le sneakers, che saranno disponibili per l’acquisto a partire dal prossimo autunno, si chiamano Forever Floatride GROW e sono realizzate unendo semi di ricino, alghe, gomma naturale ed eucalipto.

“Con Forever Floatride GROW sostituiamo la plastica di derivazione petrolchimica con le piante – ha dichiarato Bill McInnis, Vice Presidente Reebok Future – La sfida più grande nel realizzare una scarpa come questa è stata reperire e lavorare materiali di origine vegetale in grado di soddisfare le esigenze ad alte prestazioni dei corridori. Durante i tre anni trascorsi a sviluppare questo prodotto, abbiamo capito che l’idea di una scarpa da corsa a base vegetale è fortemente apprezzata nel mondo del running. Ma quegli stessi corridori sentivano altrettanto enfaticamente che non avrebbero mai compromesso le proprie prestazioni. Il risultato è Forever Floatride GROW”.

E in Italia?

Il settore calzaturiero ha da sempre un grande rilievo quantitativo e qualitativo per l’economia italiana, tanto che sviluppa complessivamente 78 miliardi di euro di fatturato ogni anno e conta circa 4.500 aziende e 75.600 addetti (dati anno 2018). Nonostante negli anni il settore della moda, e quello delle calzature in particolare, sia stato piuttostoc scettico ad abbracciare la rivoluzione vegana, oggi sono tante le aziende che optano per linee cruelty free, proponendo scarpe e accessori vegan alla moda.

Non mancano le aziende italiane che abbiano scelto di aderire al rigido standard di certificazione VEGANOK, garantendo una produzione e un prodotto finito in linea con la filosofia vegan. Tra queste Cajà Vegan – che realizza artigianalmente in Italia scarpe per uomo, donna e bambino – e Corso 37, i cui prodotti sono calzature di alto livello per donna, di tipo classico e sportivo. Un segno evidente di come il vegan diventi sempre più mainstream non solo in ambito alimentare, anche perché la scelta cruelty-free è l’unica davvero sostenibile; esempi che dimostrano come sia possibile per un’azienda cambiare rotta pur continuando sulla strada dell’imprenditoria di successo.

Leggi anche: Moda: in aumento i prodotti animal free, il vegan diventa sempre più mainstream

  1. Avatar

    Ormai scarpe sintetiche sè ne trovano dovunque, ma resta il dubbio sull’uso di pelle all’interno. Quelle che indicate nell’articolo sono sicuramente senza pelle anche nelle parti nascoste che nessuna guarda?

    Reply
    • Salve Simba,
      Tutti i prodotti certificati VEGANOK, scarpe comprese, garantiscono che nessun derivato animali sia presente né in nessuna parte del prodotto, né in nessuna parte del packaging (colla, inchiostri, plastiche, ecc)
      Acquista quindi serenamente ogni prodotto certificato VEGANOK, certo che i valori vegan vengano rispettati in ogni più piccolo aspetto.
      🙂

      Reply
  2. Anche il settore delle scarpe è sempre più vegan e in questo caso è ancora più interessante constatare che si tratta di un prodotto anche vegetale e sostenibile

    Reply
  3. Avatar

    speriamo che sempre piu aziende possano indirizzare la loro produzione verso un prodotto piu sostenibile

    Reply
  4. Per avere la certezza che le scarpe siano completamente Vegan serve a mio avviso una garanzia, anche perché non basta leggere “prodotto sintetico” perché potrebbe comunque avere componenti di origine animale come l’ecopelle.

    Reply
  5. Il riassetto della produzione in ottica “green“ è fondamentale per ogni tipo di azienda. Riassetto e conversione sono azioni imprescindibili se ci si vuole garantire un mondo sano.

    Reply
  6. Bellissime scarpe vegetali e sostenibili! Ottima idea 🙂

    Reply
  7. Beh, la grande notizia è che a brevissimo la conosciutissima azienda di scarpe “BATA” lancerà sul mercato la propria linea di scarpe certificata VEGANOK !!!
    Avremo scarpe sicuramente vegan diffuse in tutta Italia !
    🙂

    Reply
  8. Il bello è che aziende di questo calibro puntano a un riassetto della produzione, significa che il futuro va per forza in questa direzione!

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti