Roma capitale vegan friendly d’Italia: l’intervista

Radio Roma ha ospitato la Direttrice dell’Osservatorio VEGANOK Laura Serpilli per fare il punto sui consumi in ambito vegetale. Myprotein ha incoronato Roma, capitale vegan friendly d’italia: il commento

Qual è la capitale vegan-friendly d’Italia? Myprotein (una piattaforma che commercializza prodotti veg) ha stilato una classifica basata sul numero di attività di ristorazione e negozi vegan-friendly presenti nelle principali città italiane. La graduatoria porta in testa Roma che ospita il maggior numero di ristoranti e negozi. Quasi 250 locali dedicati a questo tipo di cucina di cui 16 esclusivamente vegani e altri 147 che hanno almeno un’alternativa plant-based. Seguono a ruota Torino, Milano, Venezia e Bologna.

Fonte: myprotein

Questo, il tema dell’intervista di Radio Roma a Laura Serpilli, direttrice di Osservatorio VEGANOK. Ascolta l’intervista:

Stiamo assistendo ad un consolidamento del consumo vegetale a livello globale: questo 2021 si è appena aperto con un record di adesioni al Veganuary, un’iniziativa globale che dal 2014, invita le persone a mangiare vegetale per il mese di gennaio. Quest’anno l’iniziativa ha coinvolto un picco di quasi 600.000 persone nel mondo e oltre 30.000 solo in Italia. L‘Italia si è piazzata al settimo posto nel mondo in termini di numero di partecipanti al’iniziativa. Milano è arrivata quarta come la città con il maggior numero di partecipanti dopo Londra, Santiago e Bogotà.

Ma quanti sono i vegani in Italia?

L’Eurispes, nell’ultima pubblicazione del 2020 ha stimato che è veg l’8,9% della popolazione: un dato che, seppure sottostimato rispetto alla reale portata del fenomeno, risulta essere un massimo storico. Secondo l’indagine il 6,7% degli italiani intervistati ha affermato di essere vegetariano e il 2,2% ha dichiarato invece di essere vegano (contro l’1,9% dell’anno precedente). Il dato Eurispes potrebbe sottostimare la reale portata del fenomeno perché secondo il Rapporto Vegan Italia dell’ Osservatorio VEGANOK , stilato su un campione di 15 mila persone, già nel 2017 i vegani nel nostro Paese erano il 2,6% della popolazione. E dal 2017 il fenomeno si è senza dubbio rafforzato e consolidato. Siamo in un momento storico in cui il consumo di prodotti vegetali aumenta vertiginosamente: una percentuale sempre più alta di consumatori che non si definisce né vegetariana né vegana sta abbracciando il “flexitarianism” facendo spazio a più prodotti vegani come parte di una dieta” flessibile “, aprendo opportunità per l’innovazione di cibi e bevande plant-based.

Leggi anche:

Pasqua 2021: cala la richiesta di carne di agnello

Pasqua 2021, la nuova campagna AssoVegan: rompiamo le tradizioni

Food vegetale: una crescita inarrestabile

 

Sostieni anche tu la libera informazione!

Scegli per i tuoi acquisti prodotti certificati VEGANOK e invita i tuoi conoscenti a fare lo stesso.
Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

  1. Interessante! Come sempre, Laura Serpilli una garanzia di professionalità e competenza 🙂

    Reply
  2. Avatar

    Molto interessante, grazie mille!

    Reply
  3. Avatar

    Sempre informazioni puntuali ! Bravaaaa Laura !!!

    Reply
  4. Straordinaria come sempre Laura Serpilli❤️

    Reply
  5. Avatar
    Gian Maria Cavalieri 5 Aprile 2021, 9:33

    La Direttrice Laura Serpilli precisa come sempre 🔝

    Reply
  6. Avatar

    Intervista super interessante! Tutte informazioni importanti e da sapere. Brava la nostra Laura <3

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti