Ristorazione e ricettività: l’opportunità dell’offerta vegan e dell’accreditamento VEGANOK

La ricettività turistica è uno dei motori dell’economia italiana e l’offerta vegan può rappresentare la spinta giusta per la ripresa in questo periodo di crisi. VEGANOK offre la possibilità di accreditamento gratuito a tutte le attività di ristorazione: scarica la guida per saperne di più e richiedere l’accreditamento per il tuo locale!

L’intero settore della ristorazione ha subito un duro colpo, un ridimensionamento senza precedenti a causa dell’epidemia di COVID-19. A livello mondiale, sono centinaia di migliaia gli esercizi che hanno dovuto fronteggiare un azzeramento dei propri ricavi e affrontano oggi una crisi finanziaria che rischia di compromettere la loro sopravvivenza.

I numeri della ristorazione italiana:

  • 184.587 ristoranti e operatori di ristorazione mobile in italia
  • 1,2 milioni di lavoratori nel settore
  • 108.000 lavoratori rimasti attivi durante il Covid-19

Anche la ricettività turistica è senza dubbio uno dei motori propulsori dell’economia del nostro paese. Le imprese operanti nel settore si trovano ad affrontare in questo momento una dura sfida in cui i flussi turistici e le condizioni economiche cambiano e sono destinati, per effetto della pandemia, a mutare. Si tratta del settore con più ramificazioni e realtà di tutte le tipologie e dimensioni, con una moltitudine di attività collegate.

I numeri relativi al turismo in Italia:

  • Il 13,2% del PIL nazionale
  • Un giro d’affari di 232,2 miliardi di euro
  • Il 15% dell’occupazione totale, per 3,5 milioni di addetti

In un contesto come quello odierno, in cui il cambiamento è l’unica certezza, il mondo dell’imprenditoria operante in questi settore deve aprirsi alle nuove opportunità, essere reattiva e cogliere in modo lungimirante le occasioni offerte dai nuovi trend di mercato in consolidamento.

Secondo il “2020 State of the Food Travel Industry Report“, realizzato dalla World Food Travel Association, la sostenibilità gioca un ruolo sempre più importante nelle scelte dei consumatori e delle aziende, e anche nel caso del turismo gastronomico rappresenta un fattore decisionale sempre più importante, specialmente per le nuove generazioni. Quello che emerge, infatti, è che la sostenibilità ambientale risulta rilevante nel settore specialmente per i Millennials (63%) e, nel sentiment del consumatore, riguarda diversi ambiti: non solo l’approvvigionamento responsabile di materie prime e ingredienti, ma anche acquisti quanto più possibile locali e a km zero, attività rispettose dell’ambiente e riduzione degli sprechi alimentari. Un obiettivo ambizioso, per il cui raggiungimento gli esperti concordano nell’affermare che le imprese che operano nel settore alimentare e delle bevande dovrebbero concentrarsi maggiormente sulla sostenibilità nelle loro operazioni: per esempio, pubblicizzando i propri sforzi in questi termini.

Fonte: 2020 State of the Food Travel Industry Report; mostra quali sono le azioni che gli operatori del settore dovrebbero intraprendere secondo gli esperti

Secondo quanto riportato nel grafico, il 49% degli intervistati concorda sul fatto che le attività di ristorazione possono ispirare i turisti a preoccuparsi maggiormente della sostenibilità; il 53% ritiene che le aziende e le strutture del settore dovrebbero pubblicizzare le loro pratiche sostenibili; il 56% reputa che gli operanti nel settore dovrebbero porre particolare attenzione alla sostenibilità nell’ambito della propria attività.

Il vegan: il vero game changer del mondo della ristorazione e della ricettività turistica in chiave sostenibile

L’offerta vegan rappresenta un booster per questo settore. La crescente presa di coscienza da parte dei consumatori del rapporto tra cibo e sostenibilità ambientale è la chiave del successo: il cibo vegetale è perfettamente in linea con questo concetto. Valorizzare i prodotti e le filiere vegetali locali, offrirli in chiave creativa puntando sull’innovazione delle tradizioni culinarie, non solo è un atto necessario da un punto di vista etico ma rappresenta anche una ottima strategia di ripartenza.

L’accreditamento GRATUITO VEGANOK: cosa offre? Clicca sull’immagine e scarica la guida!

L’interesse per il consumo vegan si consolida e di conseguenza, aumenta anche la richiesta di servizi in linea con la domanda. Si rileva un interesse crescente per la ristorazione vegetale, che punta non solo alla clientela vegan ma anche a quella fetta sempre più ampia di consumatori consapevoli e informati che pur non risconoscendosi apertamente nella filosofia vegan, scelgono il vegetale come parte di uno stile di vita più sano e meno impattante. Stanno nascendo biobar, fast food che offrono burger e street food secondo una formula plant-based, agriturismi, bistrot con proposte tradizionali rivisitate in chiave vegan o light gourmet con il menu à la carte per i pasti principali. La maggior parte delle strutture che esplorano la ristorazione in chiave vegan, propongono in genere anche menù onnivori volendo in questo modo assecondare le esigenze di una clientela eterogenea. La direzione intrapesa per questo momento è quella di valorizzare la cucina veg (vegetariana e vegetale) con grandi margini di miglioramento per l’offerta vegana. Ci sono anche delle attività che hanno fatto una scelta coraggiosa e di gran valore: convertire l’intera offerta. Da onnivora con linea vegana disponibile, a total vegan.

VEGANOK offre la possibilità di accreditamento gratuito per quelle strutture che mettono a disposizione della clientela, menu vegan. L’accreditamento offre molti vantaggi competitivi per quelle strutture che decidono di aderire

Sostieni anche tu la libera informazione!

Scegli per i tuoi acquisti prodotti certificati VEGANOK e invita i tuoi conoscenti a fare lo stesso.
Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

  1. VEGANOK offre la possibilità di accreditamento gratuito! Perchè dunque non richiederlo?!!! 🙂

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti