Mercedes-Benz: il nuovo spot con Lewis Hamilton promuove il veganismo e le scelte sostenibili

Lo sguardo è a un futuro sostenibile e Mercedes-Benz ha come testimonial del cambiamento il pilota vegano di Formula 1 Lewis Hamilton: nello spot dedicato alla nuova auto di lusso dell’azienda, si parla anche del binomio tra veganismo e sostenibilità.

Diventare a “emissioni zero” entro la fine del 2020 è l’obiettivo della casa automobilistica Mercedes-Benz, che in questi giorni si sta avvalendo di un testimonial d’eccezione per parlare di sostenibilità e progresso: Lewis Hamilton, vegano dal 2017, che in un recente spot per l’azienda – nel quale si pubblicizza la nuova auto elettrica Vision EQS – si fa portavoce di un messaggio importante legato proprio ai temi del veganismo e della possibilità di cambiare il futuro con le proprie scelte personali.

Ecco lo spot:

Nello spot, il pilota racconta di sé e del suo viaggio – non senza difficoltà – verso l’affermazione personale; degna di nota è la rilevanza che viene data nel video alla scelta vegan del pilota di Formula 1 come segnale di cambiamento e come sinonimo di sostenibilità:

“Non siamo qui senza motivo. Praticamente ogni pilota del passato è stato solo un pilota, ma come possiamo contribuire al cambiamento? Mi ci è voluto un bel po’ di tempo per capire che ho la possibilità di parlare da un palco incredibile, quindi ho preso una posizione diventando vegano e promuovendo uno stile di vita più consapevole. Ma in generale, tutte le cose che faccio puntano a un solo obiettivo, quello della sostenibilità”.

Sì, perché il pilota sta contribuendo a diffondere una maggiore consapevolezza su queste tematiche attraverso scelte e azioni differenti: qualche tempo fa ha aperto un ristorante di burger vegan a Londra e spera di aprirne almeno altri 100 entro i prossimi sei anni. Parliamo di Neat Burgerche sta attualmente raccogliendo fino a £ 15 milioni per finanziare l’espansione e che già nelle primissime ore di apertura ha riscosso un enorme successo. A sostegno di una dieta plant based c’è anche il documentario di Netflix The Game Changers, del quale il campione di Formula 1 è produttore esecutivo insieme ad Arnold Schwarzenegger e Jackie Chan.

E poi ancora, negli scorsi mesi Hamilton ha fatto pressioni sulla casa automobilistica di lusso per rimuovere gli interni in pelle dalle proprie auto: la Vision EQS sarà infatti priva di pelle, anche nel volante. L’interno sarà realizzato in “pelle” sintetica creata con plastica riciclata, che altrimenti finirebbe nell’oceano. Una scelta tra l’altro adottata anche da altre case automobilistiche di lusso: anche gli interni della Tesla Model 3 sono 100% animal free e non mancano le aziende che scelgano di puntare proprio sul claim “vegan” per promuovere le proprie scelte sostenibili.

Ed è proprio questo il punto: il vegan è ormai sinonimo di sostenibilità anche al di fuori del mercato alimentare, e se per adesso si parla comunque di auto di categoria luxury, decisamente non alla portata di tutti, il fenomeno in atto dimostra come il futuro – per essere davvero sostenibile – dovrà necessariamente essere animal free.

Leggi anche:

Londra: apre Neat Burger, il fast food vegan di Lewis Hamilton

Vegan: uno sguardo oltre il cibo. Arriva l’auto vegan di Tesla

Sostieni anche tu la libera informazione!

Scegli per i tuoi acquisti prodotti certificati VEGANOK e invita i tuoi conoscenti a fare lo stesso.
Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

  1. Adoro quest’uomo, questi sono miti da seguire!

    Reply
  2. Avatar

    Beh, oltre ad Hamilton, bisogna fare i complimenti alla Mercedes per il coraggio. Ma qualcuno doveva pur cominciare 😉 Penso che da ora in poi si esporranno anche altre grosse multinazionali.

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti