Mercato dei prodotti vegetali: una panoramica

Nuova ricerca pubblicata dal Good Food Institute che conferma il trend positivo di vendita dei prodotti vegetali. Se il mercato al dettaglio di alimenti a base vegetale vale quasi $ 4,5 miliardi, le performance di singole categorie di prodotto sono in aumento in tutti gli ambiti: dalla vegan meat, fino ai sostituti caseari. Anche il segmento tofu e tempeh insieme con il settore dei condimenti, registrano tutti andamenti molto positivi. I sostituti delle uova sono la categoria in più rapida crescita anche se meno sviluppata con un incremento del 38% nell’ultimo anno e del 105% negli ultimi due anni.

Gli alimenti a base vegetale sono un business in forte espansione: lo abbiamo ribadito e constatato in più analisi. Questi prodotti sono un fattore chiave per la crescita dei rivenditori di generi alimentari a livello nazionale. I nuovi dati sulle vendite al dettaglio di SPINS rilasciati il ​​16 luglio 2019 mostrano che le vendite di generi alimentari di alimenti a base vegetale che sostituiscono direttamente i prodotti di origine animale sono cresciute del 31% negli ultimi due anni per raggiungere $ 4,5 miliardi.

Ma quali sono effettivamente le dimensioni di questa crescita? Il Good Food Institute ha fornito dei nuovi dati che dimostrano la crescita su territorio americano.

I dati riassunti rappresentano le vendite al dettaglio di alimenti a base vegetale che sostituiscono direttamente i prodotti animali, tra cui carne, frutti di mare, uova e latticini, nonché i pasti che contengono sostituti degli ingredienti animali. Questi dati riguardano il mercato alimentare e sono stati ottenuti in due fasce di tempo:  52 settimane e 104 settimane precedenti al 21 aprile 2019 in canali di rivendita definiti.

Fact: il mercato al dettaglio di alimenti a base vegetale vale quasi $ 4,5 miliardi.

Le vendite in dollari di alimenti a base vegetale sono cresciute dell’11% nell’ultimo anno e del 31% negli ultimi due anni. Comparativamente, le vendite totali al dettaglio negli Stati Uniti  sono cresciute solo del 2% negli ultimi anni e del 4% negli ultimi due anni.

Il latte a base vegetale è quello in cui si rileva uno sviluppo maggiore rispetto a tutte le altre categorie a base vegetale, seguito da “altri prodotti lattiero-caseari a base vegetale” e quindi dalla vegan meat. Il segmento tofu e tempeh ha un valore di $ 118 milioni; è cresciuto del 5% nell’ultimo anno e del 17% negli ultimi due anni. La categoria relativa alla preparazione di condimenti a base vegetale e mayo vale 70 milioni di dollari, con una crescita del 7% nell’ultimo anno e del 29% negli ultimi due anni. I sostituti delle uova sono la categoria in più rapida crescita anche se meno sviluppata; le vendite di uova di origine vegetale sono cresciute del 38% nell’ultimo anno e del 105% negli ultimi due anni.

In tutte le categorie chiave, le vendite in dollari di alimenti a base vegetale stanno crescendo in modo significativo, mentre le vendite in dollari di alimenti per animali convenzionali stanno diminuendo o crescendo solo modestamente.

Nell’ultimo anno, le vendite in dollari di latte convenzionale e yogurt convenzionale sono entrambe diminuite del 3%.

  1. Tutte cose che noi vegani che operiamo professionalmente in questo settore sappiamo bene e verifichiamo ogni giorno, ma ricordarlo citando dati e numeri precisi, è sempre utile.
    🙂

    Reply
  2. Uova di origine vegetale? Tipo? Cioè?

    Reply
  3. In effetti basta farsi un giro al supermercato per constatare di persona quelle che sono le nuove tendenze… speriamo si vada sempre più in questa direzione

    Reply
  4. Non si può fermare il cambiamento, anche se Coldiretti sta manipolando l’informazione con notizie falsissime! La consapevolezza e’ in atto, l’etica e la salute stanno andando a braccetto.

    Reply
  5. Ad oggi sono alla portata di tutti mille prodotti vegetali tutti ottimi e saporiti. Non è più tempo di nutrirsi di carne. In commercio c’è tutto ciò che necessità per una sana alimentazione.

    Reply
  6. Se si è vegani da qualche anno è facile constatare come nel tempo i prodotti “sostitutivi” siano aumentati numericamente e qualitativamente, segno che la direzione del mercato è decisamente questa 🙂

    Reply
  7. Avatar

    Oramai per fortuna e’ sempre piu’ facile sostituire i prodotti animali con prodotti vegetali ,basta anche guardare i numerosissimi video di ricette vegane straniere di cui salumi vegani formaggi uova ,arrosti e pesce vegani, in Italia sono troppo poche ancora ,si e’ troppo indietro e non aumentano i vegani per via della disinformazione purtroppo..anche il Brasile e’ molto piu’ avanti di noi in merito .

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti