La sostenibilità avanza: la green economy sbarca anche in gelateria

La green economy sbarca in gelateria, con l’impiego di packaging a ridotto impatto ambientale ma anche con una maggiore attenzione alla qualità degli ingredienti; anche il trend del gelato vegan è sempre più apprezzato

La sostenibilità ambientale arriva in gelateria: seguendo le richieste di un mercato sempre più improntato alla green economy, le gelaterie nel nostro paese stanno riducendo il consumo di plastica monouso, limitando così il proprio impatto ambientale. Un primo passo per andare incontro al cambiamento previsto per il 2021, data entro la quale – per decisione del Parlamento UE – in tutti gli Stati membri dell’Unione sarà bandito l’impiego di plastica usa e getta. Ma non basta: non mancano le aziende che hanno deciso di lanciare sul mercato gelati – sia artigianali che confezionati – con un packaging ridotto e/o migliorato, per diminuire il proprio impatto ambientale.

 

Un approccio green abbracciato soprattutto dalle aziende che producono coppette, cucchiaini e cannucce, che via via stanno optando per materiali alternativi – spesso di origine 100% vegetale, quindi totalmente biodegradabili – nella propria filiera produttiva.

Green economy, anche negli ingredienti

L’attenzione alla green economy non riguarda solamente gli imballaggi: negli ultimi anni le aziende pongono sempre maggiore attenzione alla scelta degli ingredienti, che risultano quanto più possibile freschi, biologici e a km zero. Largo spazio trova anche il gelato vegano, quindi senza latte e uova: come emerso dai dati più recenti raccolti al Sigep 2019 – il più grande evento professionale al mondo dedicato al Gelato Artigianale e all’Arte del Dolce – nella sua continua evoluzione questa tipologia di gelato rispecchia perfettamente il trend e i gusti del consumatore tipo. I prodotti artigianali a base di latte vaccino ormai non monopolizzano più il mercato, mentre il gelato 100% vegetale sta diventando sempre più popolare e apprezzato.

Lo stesso si può dire per il “volto” del gelato, che sta cambiando anche nei gusti: da qualche tempo impazza il trend del gelato nutraceutico, realizzato con materie prime di qualità e addizionato con ingredienti benefici per la salute e lo stesso può dirsi per il gelato salato, non più soltanto un dessert, ma un vero e proprio piatto che si unisce o perfino sostituisce le portate principali. Una tendenza che sembra farsi sempre più consolidata oltreoceano, tanto che non si contano i siti web che propongono ricette e rivisitazioni in chiave salata di questa preparazione, ma che anche in Italia sembrerebbe aver acquisito terreno negli ultimi anni.

  1. In effetti il mondo professionale della gelateria sta mostrando energia e volontà di rinnovamento difficilmente riscontrabile in altri settori.
    Le aziende certificate VEGANOK del settore gelato continuano ad aumentare come pure il numero delle referenze che propongono…
    avanti così!!!
    🙂

    Reply
  2. Ormai il gelato vegan si trova dappertutto. Segno dei tempi che cambiano.

    Reply
  3. E’ fondamentale che il packaging usa e getta venga bandito per non trovarci sommersi dalla plastica. Materiali alternativi alla plastica ci sono a partire dal vetro..

    Reply
  4. Avatar

    Velato Crema Gelato produce a base di olio di oliva extravergine biologico e propone un gelato NATURALE 100% VEGETALE elaborato solo con 4 ingredienti di eccellenza Made in Italy e sta riscontrando un grande successo.

    Reply
  5. Beh che ce lo diciamo a fare? Un mercato che può solo continuare a crescere!

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti