La soia è pericolosa per la salute? Risponde la dottoressa Erica Congiu

Da sempre esistono dubbi sulla possibilità di consumare soia senza rischi per la salute. Ma cosa c’è di vero nelle accuse contro questo legume e cosa dice la letteratura scientifica a riguardo?

Da sempre il ruolo della soia nella nostra alimentazione è controverso: tra chi la considera poco adatta a un consumo frequente e chi addirittura la collega all’insorgenza di patologie tumorali, questo legume non gode ancora della piena fiducia da parte dei consumatori. Quanto c’è di vero, però, in queste “accuse”? Ce lo spiega la dottoressa Erica Congiu, biologa nutrizionista coordinatrice e responsabile di BioDizionario.it.

Soia e cancro al seno

La soia contiene isoflavoni, che hanno la capacità di legarsi ai recettori degli estrogeni. Ci sono circa 25 mg di isoflavoni in una porzione di soia. Gli studi caso-controllo su soia e carcinoma mammario propendono per la positività dell’assunzione di soia con la dieta, la metà degli studi dimostrano un minor rischio di carcinoma mammario e l’altra metà non dimostra effetti.

Anche gli studi prospettici, che hanno un livello di evidenza più elevato rispetto agli studi caso-controllo, hanno avuto esiti molto positivi. Dei sei studi condotti su popolazioni con tassi di assunzione di soia più elevati, lo Studio sulla salute cinese di Singapore (1), lo Studio delle donne di Shanghai (2, 3) e lo studio del Centro di salute pubblica giapponese (4) hanno tutti riscontrato che l’assunzione maggiore di soia era associata un rischio ridotto. Il Japan Collaborative Cohort Study (5) e il    (6) non hanno trovato alcuna associazione.

Anche la European Prospective Investigation in Cancer-Oxford (7), che comprendeva un gran numero di vegetariani, non ha trovato alcuna associazione. Per quanto riguarda la mancanza di associazione negli studi europei, sembra che il maggior beneficio si abbia quando la soia comincia ad essere consumata già nell’infanzia, mentre i vegetariani occidentali spesso cominciano ad assumere soia da adulti. Per quanto riguarda le donne con carcinoma mammario, comprese quelle con tumori che crescono in risposta al contatto con estrogeni (noti come positivi ai recettori per gli estrogeni), gli autori dello studio “Women’s Healthy Eating and Living Study” (8) pubblicato di recente, scrivono:

“Il terzo studio epidemiologico non ha segnalato effetti negativi da parte degli alimenti a base di soia sulla prognosi del carcinoma mammario. Questi studi, nel loro insieme, variano nella composizione etnica (due dagli Stati Uniti e uno dalla Cina) e nel livello e dal tipo di consumo di soia e forniscono le prove epidemiologiche necessarie per cui i medici non dovrebbero più sconsigliare il consumo di soia per le donne con diagnosi di carcinoma mammario”.

Soia e demenza

Uno studio sull’invecchiamento del 2000 (Honolulu-Asia Aging Study) ha collegato la soia a una funzione cognitiva inferiore e a una diminuzione del volume del cervello. Ecco una revisione più approfondita della ricerca su soia e funzione cognitiva. Ci sono stati dodici studi clinici a breve termine della durata variabile da una settimana a un anno. Nove dimostrano che la soia è utile (9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17), mentre tre hanno dimostrato che la soia è neutra (18, 19, 20).

Gli studi epidemiologici (a differenza degli studi clinici) esaminano i modelli di consumo di soia e funzione cognitiva in popolazioni specifiche. Uno di questi studi ha scoperto che il tempeh (un alimento a base di soia fermentata) è associato a una migliore funzione cognitiva (21). Tre report di studi epidemiologici hanno associato il tofu ad una ridotta funzione cognitiva in alcuni gruppi (21, 22, 23), ma un aumento della funzione cognitiva in un altro gruppo (24) e neutrale in altri (23, 24). I risultati negativi per il tofu negli studi epidemiologici sono probabilmente dovuti al  fatto che le persone di basso livello economico tradizionalmente consumavano più tofu nelle culture asiatiche e dal fatto che alcuni tipi di tofu indonesiani venivano preparati utilizzando la formaldeide. La ricerca nel suo insieme non risulta essere preoccupante.

Soia nei latti formulati per neonati

La preoccupazione nei confronti delle formule per bambini è comprensibile, dato che la soia diverrebbe l’alimento principale per i bambini allattati artificialmente. L’American Academy of Pediatrics e il National Toxicology Program considerano sicure le formule a base di soia. Lo studio più importante ad oggi, che ha monitorato gli adulti a cui è stata somministrata un latte formulato a base di soia fornisce la certezza che non vi è motivo di preoccuparsi per la tiroide o per la funzione riproduttiva (25).

The Beginnings Study è uno studio in corso che esamina gli effetti delle formule sullo sviluppo del bambino (26). È ancora uno studio preliminare, abbiamo solo evidenze ad un anno di distanza, ma ad oggi non sono stati trovati effetti negativi da parte della soia sulla crescita, sugli organi sessuali o sullo sviluppo neurologico rispetto ai bambini alimentati con formula a base di latte di mucca. Alcune ricerche dimostrano che è meglio scegliere una formula a base di soia con aggiunta di DHA ed è importante notare che le formule a base di soia non sono adatte ai neonati prematuri.

Soia e caratteristiche femminilizzanti

Per quanto riguarda la preoccupazione che la soia possa causare femminilizzazione negli uomini, ci sono stati due casi studio: il primo è un uomo che consumava dodici porzioni al giorno di latte di soia e ha sviluppato un tessuto mammario aumentato e sensibile (27). Il secondo è un uomo con diabete di tipo 1 che per un anno ha consumato più di 14 porzioni al giorno di alimenti a base di soia, per lo più processata e ha sviluppato disfunzione erettile (28), che si è normalizzata dopo aver cessato il consumo di soia. Sebbene non sia comunque consigliabile assumere così tanta soia, uno studio ha usato quantità anche più elevate di isoflavoni e non ha riscontrato problemi per la maggior parte degli uomini (29).

Per quanto riguarda la quantità e la qualità dello sperma, uno studio epidemiologico ha sollevato preoccupazioni, sebbene minori, sulla assunzione di soia e sperma (30), due studi clinici non hanno dimostrato effetti da parte della soia (31, 32).

Soia e patologie della tiroide

Gli isoflavoni possono influenzare i livelli di ormoni tiroidei, specialmente in caso di carenza di iodio. Uno studio clinico del 2011 ha scoperto che 16 mg / die di isoflavoni nelle persone con lieve ipotiroidismo sembravano causare un aumento della velocità di avanzamento verso l’ipotiroidismo conclamato (33).

Altri 9 studi clinici non hanno dimostrato alcun effetto da parte della soia sulla tiroide rispetto al placebo nelle persone con tiroide presumibilmente sana (34, 35, 36, 37, 38, 39, 40, 41, 42), mentre i restanti cinque studi hanno riscontrato piccoli cambiamenti, tutti fisiologicamente non significativi (43, 44, 45, 46, 47). Le persone non affette da ipotiroidismo non dovrebbero temere la soia, a patto di assumere iodio a sufficienza. Fino a quando non ne sapremo di più, le persone con lieve ipotiroidismo dovrebbero valutare una limitazione dell’assunzione di soia, a titolo cautelativo.

I benefici della soia

Oltre a ridurre il rischio di carcinoma mammario, come menzionato sopra, la soia offre anche benefici per la prevenzione del carcinoma prostatico, la riduzione del colesterolo LDL e il miglioramento dei sintomi della menopausa. Quando si sommano tutte le ricerche sulla soia, non c’è motivo di pensare che due porzioni al giorno siano dannose per la maggior parte delle persone e c’è invece una buona ragione per pensare che la soia offra alcuni benefici per la salute.

 

Bibliografia e referenze:

1. Butler LM, Wu AH, Wang R, Koh WP, Yuan JM, Yu MC. A vegetable-fruit-soy dietary pattern protects against breast cancer among postmenopausal Singapore Chinese women. Am J Clin Nutr. 2010 Apr;91(4):1013-9.
2. Wu AH, Koh WP, Wang R, Lee HP, Yu MC (2008) Soy intake and breast cancer risk in Singapore Chinese health study. Br J Cancer 99(1):196–200.
3. Lee SA, Shu XO, Li H, Yang G, Cai H, Wen W, Ji BT, Gao J, Gao YT, Zheng W. Adolescent and adult soy food intake and breast cancer risk: results from the Shanghai Women’s Health Study. Am J Clin Nutr. 2009 Jun;89(6):1920-6.
4. Yamamoto S, Sobue T, Kobayashi M, Sasaki S, Tsugane S; Japan Public Health Center-Based Prospective Study on Cancer Cardiovascular Diseases Group. Soy, isoflavones, and breast cancer risk in Japan. J Natl Cancer Inst. 2003 Jun 18;95(12):906-13.
5. Nishio K, Niwa Y, Toyoshima H, Tamakoshi K, Kondo T, Yatsuya H, Yamamoto A, Suzuki S, Tokudome S, Lin Y, Wakai K, Hamajima N, Tamakoshi A. Consumption of soy foods and the risk of breast cancer: findings from the Japan Collaborative Cohort (JACC) Study. Cancer Causes Control. 2007 Oct;18(8):801-8.
6. Key TJ, Sharp GB, Appleby PN, Beral V, Goodman MT, Soda M, Mabuchi K. Soya foods and breast cancer risk: a prospective study in Hiroshima and Nagasaki, Japan. Br J Cancer. 1999 Dec;81(7):1248-56.
7. Travis RC, Allen NE, Appleby PN, Spencer EA, Roddam AW, Key TJ. A prospective study of vegetarianism and isoflavone intake in relation to breast cancer risk in British women. Int J Cancer. 2008 Feb 1;122(3):705-10.
8. Caan BJ, Natarajan L, Parker BA, Gold EB, Thomson CA, Newman VA, Rock CL, Pu M, Al-Delaimy WK, Pierce JP. Soy Food Consumption and Breast Cancer Prognosis. Cancer Epidemiol Biomarkers Prev. 2011 Feb 25.
9. File SE, Jarrett N, Fluck E, Duffy R, Casey K, Wiseman H. Eating soya improves human memory. Psychopharmacology (Berl) 2001; 157:430-6.
10. Duffy R, Wiseman H, File SE. Improved cognitive function in postmenopausal women after 12 weeks of consumption of a soya extract containing isoflavones. Pharmacol Biochem Behav. 2003 Jun;75(3):721-9.
11. Thorp AA, Sinn N, Buckley JD, Coates AM, Howe PR. Soya isoflavone supplementation enhances spatial working memory in men. Br J Nutr. 2009 Nov;102(9):1348-54.
12. Kritz-Silverstein D, Von Mühlen D, Barrett-Connor E, Bressel MA. Isoflavones and cognitive function in older women: the Soy and Postmenopausal Health In Aging (SOPHIA) Study. Menopause. 2003 May-Jun;10(3):196-202.
13. Fournier LR, Ryan Borchers TA, Robison LM, Wiediger M, Park JS, Chew BP, McGuire MK, Sclar DA, Skaer TL, Beerman KA. The effects of soy milk and isoflavone supplements on cognitive performance in healthy, postmenopausal women. J Nutr Health Aging. 2007 Mar-Apr;11(2):155-64.
14. Islam F, Sparkes C, Roodenrys S, Astheimer L. Short-term changes in endogenous estrogen levels and consumption of soy isoflavones affect working and verbal memory in young adult females. Nutr Neurosci. 2008 Dec;11(6):251-62.
15. Celec P, Ostatnikova D, Hodosy J, Putz Z, Kúdela M. Increased one week soybean consumption affects spatial abilities but not sex hormone status in men. Int J Food Sci Nutr. 2007 Sep;58(6):424-8.
16. Ostatníková D, Celec P, Hodosy J, Hampl R, Putz Z, Kúdela M. Short-term soybean intake and its effect on steroid sex hormones and cognitive abilities. Fertil Steril. 2007 Dec;88(6):1632-6.
17. Celec P, Ostatníková D, Cagánová M, Zuchová S, Hodosy J, Putz Z, Bernadic M, Kúdela M. Endocrine and cognitive effects of short-time soybean consumption in women. Gynecol Obstet Invest. 2005;59(2):62-6.
18. Kreijkamp-Kaspers, S., Kok, L., Grobbee, D.E., de Haan, E.H.F., Aleman, A., Lampe, J.W., van der Schouw, Y.T. Effect of soy protein containing isoflavones on cognitive function, bone mineral density, and plasma lipids in postmenopausal women: A randomized controlled trial, JAMA. 2004;292:65-74.
19. Ho SC, Chan AS, Ho YP, So EK, Sham A, Zee B, Woo JL. Effects of soy isoflavone supplementation on cognitive function in Chinese postmenopausal women: a double-blind, randomized, controlled trial. Menopause. 2007 May-Jun;14(3 Pt 1):489-99.
20. Pilsáková L, Riecanský I, Ostatníková D, Jagla F. Missing evidence for the effect one-week phytoestrogen-rich diet on mental rotation in two dimensions. Neuro Endocrinol Lett. 2009 Mar;30(1):125-30.
21. Hogervorst E, Sadjimim T, Yesufu A, Kreager P, Rahardjo TB. High tofu intake is associated with worse memory in elderly Indonesian men and women. Dement Geriatr Cogn Disord. 2008;26(1):50-7. (Epub 2008 Jun 27)
22. White LR, Petrovitch H, Ross GW, Masaki K, Hardman J, Nelson J, Davis D, Markesbery W. Brain aging and midlife tofu consumption. J Am Coll Nutr. 2000 Apr;19(2):242-55.
23. Rice MM, Graves AN, McCurry SM, Larson EB. Tofu consumption and cognition in older Japanese American men and women. J Nutr 2000(Suppl):676S. (Published only as abstract)
24. Hogervorst E, Mursjid F, Priandini D, Setyawan H, Ismael RI, Bandelow S, Rahardjo TB. Borobudur revisited: Soy consumption may be associated with better recall in younger, but not in older, rural Indonesian elderly. Brain Res. 2010 Oct 28. (Epub ahead of print)
25. Strom BL, Schinnar R, Ziegler EE, Barnhart KT, Sammel MD, Macones GA, Stallings VA, Drulis JM, Nelson SE, Hanson SA. Exposure to soy-based formula in infancy and endocrinological and reproductive outcomes in young adulthood. JAMA. 2001 Aug 15;286(7):807-14.
26. Badger TM, Gilchrist JM, Pivik RT, Andres A, Shankar K, Chen JR, Ronis MJ. The health implications of soy infant formula. Am J Clin Nutr. 2009 May;89(5):1668S-1672S.
27. Martinez J, Lewi JE. An unusual case of gynecomastia associated with soy product consumption. Endocr Pract 2008;14:415–8. (Abstract)
28. Siepmann T, Roofeh J, Kiefer FW, Edelson DG. Hypogonadism and erectile dysfunction associated with soy product consumption. Nutrition. 2011 Feb 23.
29. Fischer L, Mahoney C, Jeffcoat AR, Koch MA, Thomas BE, Valentine JL, et al. Clinical characteristics and pharmacokinetics of purified soy isoflavones: multiple-dose administration to men with prostate neoplasia. Nutr Cancer 2004;48(2):160–70.
30. Chavarro JE, Toth TL, Sadio SM, Hauser R. Soy food and isoflavone intake in relation to semen quality parameters among men from an infertility clinic. Hum Reprod. 2008 Nov;23(11):2584-90.
31. Beaton LK, McVeigh BL, Dillingham BL, Lampe JW, Duncan AM. Soy protein isolates of varying isoflavone content do not adversely affect semen quality in healthy young men. Fertil Steril. 2010 Oct;94(5):1717-22.
32. Messina M, Watanabe S, Setchell KD. Report on the 8th International Symposium on the Role of Soy in Health Promotion and Chronic Disease Prevention and Treatment. J Nutr. 2009 Apr;139(4):796S-802S.
33. Sathyapalan T, Manuchehri AM, Thatcher NJ, Rigby AS, Chapman T, Kilpatrick ES, Atkin SL. The Effect of Soy Phytoestrogen Supplementation on Thyroid Status and Cardiovascular Risk Markers in Patients with Subclinical Hypothyroidism: A Randomized, Double-Blind, Crossover Study. J Clin Endocrinol Metab. 2011 Feb 16. (Epub ahead of print)
34. USDA Database for the Isoflavone Content of Selected Foods Release 2.0. 2008.
35. Bruce B, Messina M, Spiller GA. Isoflavone supplements do not affect thyroid function in iodine-replete postmenopausal women. J Med Food. 2003 Winter;6(4):309-16.
36. Tousen Y, Ezaki J, Fujii Y, Ueno T, Nishimuta M, Ishimi Y. Natural S-equol decreases bone resorption in postmenopausal, non-equol-producing Japanese women: a pilot randomized, placebo-controlled trial. Menopause. 2011 Jan 19. (Epub ahead of print)
37. Ham JO, Chapman KM, Essex-Sorlie D, Bakhit RM, Prabhudesai M, Winter L, Erdman JW, Potter S. Endocrinological response to soy protein and fiber in mildly hypercholesterolemic men. Nutr Res 1993; 13:873-884.
38. Zung A, Shachar S, Zadik Z, Kerem Z. Soy-derived isoflavones treatment in children with hypercholesterolemia: a pilot study. J Pediatr Endocrinol Metab. 2010 Jan-Feb;23(1-2):133-41.
39. Dillingham BL, McVeigh BL, Lampe JW, Duncan AM. Soy protein isolates of varied isoflavone content do not influence serum thyroid hormones in healthy young men. Thyroid. 2007 Feb;17(2):131-7.
40. Mackey R, Ekangaki A, Eden JA. The effects of soy protein in women and men with elevated plasma lipids. Biofactors. 2000;12(1-4):251-7.
41. Roughead ZK, Hunt JR, Johnson LK, Badger TM, Lykken GI. Controlled substitution of soy protein for meat protein: effects on calcium retention, bone, and cardiovascular health indices in postmenopausal women. J Clin Endocrinol Metab. 2005 Jan;90(1):181-9.
42. Lydeking-Olsen E, Beck-Jensen JE, Setchell KD, Holm-Jensen T. Soymilk or progesterone for prevention of bone loss–a 2 year randomized, placebo-controlled trial. Eur J Nutr. 2004 Aug;43(4):246-57.
43. Duncan AM, Merz BE, Xu X, Nagel TC, Phipps WR, Kurzer MS. Soy isoflavones exert modest hormonal effects in premenopausal women. J Clin Endocrinol Metab. 1999 Jan;84(1):192-7.
44. Hampl R, Ostatnikova D, Celec P, Putz Z, Lapcík O, Matucha P. Short-term effect of soy consumption on thyroid hormone levels and correlation with phytoestrogen level in healthy subjects. Endocr Regul. 2008 Jun;42(2-3):53-61.
45. Jayagopal V, Albertazzi P, Kilpatrick ES, Howarth EM, Jennings PE, Hepburn DA, Atkin SL. Beneficial effects of soy phytoestrogen intake in postmenopausal women with type 2 diabetes. Diabetes Care. 2002 Oct;25(10):1709-14.
46. Persky VW, Turyk ME, Wang L, Freels S, Chatterton R Jr, Barnes S, Erdman J Jr, Sepkovic DW, Bradlow HL, Potter S. Effect of soy protein on endogenous hormones in postmenopausal women. Am J Clin Nutr. 2002 Jan;75(1):145-53.
47. Watanabe S, Terashima K, Sato Y, Arai S, Eboshida A. Effects of isoflavone supplement on healthy women. Biofactors. 2000;12(1-4):233-41.

Sostieni anche tu la libera informazione!

Scegli per i tuoi acquisti prodotti certificati VEGANOK e invita i tuoi conoscenti a fare lo stesso.
Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

  1. Avatar

    Quindi non solo la soia non fa male ma fa addirittura bene? Usato articolo andrebbe fatto leggere a tutti quelli che la demonizzano

    Reply
  2. Che dire… grazie per questo magnifico contributo Dott.ssa Congiu, anche io ero tra quelli “confusi” , ottimo articolo da condividere immediatamente!!!

    Reply
  3. Avatar

    Ora esiste una guida che fa chiarezza sulla soia

    Reply
  4. Anche io ho sempre avuto diversi dubbi sulla soia e sul suo consumo. Ora mi è tutto più chiaro. Articolo molto interessante. Grazie Dott.ssa Congiu per le preziose informazioni!

    Reply
  5. Beh, come sempre gli articoli della Dott.ssa Congiu sono davvero approfonditi e fanno finalmente chiarezza sui temi che solitamente vengono affrontati in modo superficiale o per sentito dire.

    Reply
  6. Un articolo del genere dovrebbe essere diffuso in ogni rivista medica del mondo!
    Grazie Erica! Veramente complimenti!

    Reply
  7. Avatar

    Non ho mai capito tutto questo terrorismo che si fa intorno alla soia che è un ottima fonte di proteine per vegani e onnivori a prescindere. Finalmente un articolo chiarificatore

    Reply
  8. Avatar

    Uso preferibilmente latte di soia perché rispetto agli altri latti come mandorle e riso è più cremoso e le preparazioni vengono meglio come maionese e anche i dolci
    Ho provato con il latte di riso ma la maionese mi viene gelatinosa

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti