Indagine UK: sempre più bambini verso un’alimentazione vegetale

In un approfondimento del quotidiano The Sun, si riporta che in Gran Bretagna, 1 bambino su 10 si rifiuta di mangiare carne e si identifica come vegano o vegetariano. Il 44% di coloro che ora mangiano cruelty free, lo ha fatto per empatia verso gli animali e per l’ambiente.

Secondo una nuova indagine effettuata su scala nazionale in Gran Bretagna, 1 bambino su 10, rifiuta di mangiare carne.

Il 10% dei bambini di età compresa tra 8 e 16 anni, si identifica come vegetariano o vegano, mentre il 44% sta cercando di ridurre drasticamente carne e latticini. Di conseguenza, quasi un quarto (23%) dei giovani dichiara di essere insoddisfatto a scuola a causa della mancanza di opzioni vegetariane e vegane. Infatti, più di un terzo (34%) ammette che, quando non è possibile trovare nulla, finisce per spendere soldi per spuntini insalubri dallo shop o dal distributore automatico.

La ricerca, commissionata da Linda McCartney Foods in occasione della settimana nazionale vegetariana, ha coinvolto 1.500 bambini: il 44% di coloro che hanno scelto di eliminare dalla propria alimentazione i derivati animali, lo ha fatto per un sentimento di empatia verso la natura e gli animali, e un altro 31% ha dichiarato di ritenere che fosse la soluzione migliore per il pianeta.

Ma quasi uno su dieci ha ammesso di aver semplicemente seguito le orme di influencer vegan popolari sui social media; il 29% voleva essere più sano, e il 27% si è semplicemente approcciato alla scelta vegetale per provare. Il 19% ha dichiarato di aver fatto il grande passo, preferendo comunque le opzioni vegetali a prescindere; il 17 per cento perché hanno genitori vegetariani.

Un dato molto interessante:

Il 77% dei giovani vegani o vegetariani ha ammesso di essere stato costretto a mangiare carne a causa della mancanza di opzioni.

Secondo la ricerca, le scuole non riescono a tenere il passo con le tendenze alimentari e con le preferenze degli studenti considerato che il 70% dei bambini intervistati sostiene che non ci siano abbastanza opzioni vegetariane o vegane nel range delle proposte.

E i genitori sono d’accordo: l’81% dei genitori che hanno bambini vegani o vegani afferma che non ci sono abbastanza opzioni vegetariane sane e gustose nella scuola dei loro figli, e tre quarti (73%) di tutti i genitori pensano che le mense scolastiche non offrano in termini più generali, una varietà soddisfacente.

Il 21% dei bambini intervistati dichiara di voler cambiare alimentazione (verso il vegetale) entro 5 anni, mentre un altro 15% dei giovani afferma che rinuncerà alla carne entro un decennio.

I giovani hanno davvero a cuore l’ambiente e il cambiamento climatico e comprendono fortemente il valore dell’alimentazione nell’operare un mutamento sostanziale.

In Italia?

Sebbene il numero dei bambini vegani e vegetariani sia in aumento, non sempre la mensa scolastica risulta essere soddisfacente da questo punto di vista. Milano Ristorazione, l’azienda che si occupa di rifornire le mense di Milano dagli asili nido fino alle medie, ha diffuso nel 2018 i dati sulle diete speciali (etiche e religiose) nelle mense scolastiche: secondo l’indagine, i bambini che nel corso del 2017 hanno seguito una dieta speciale, sono in totale 8.503. Se quelli che non consumano per motivi religiosi carne di maiale sono cresciuti del 21% dal 2013, il dato più interessante e significativo riguarda il pasto 100% vegetale: il numero di richieste è aumentato del 60%, passando da 2.860 a 4.577 in soli cinque anni. Vero e proprio boom per i pasti somministrati ai baby vegani all’asilo: un incremento pari al 111%. Leggi qui: Bambini vegani: raddoppia il numero nelle mense scolastiche

Recentemente, è stata presentata alla Camera anche una proposta di legge, volta a garantire l’opzione vegetariana e vegana nelle mense scolastiche e nei luoghi di ristoro pubblici e che prevede sanzioni da 2.500 fino a 10.000 euro per coloro che non si adeguano, segno che la consapevolezza aumenta e non è più possibile rimandare un adeguamento anche a livello legislativo, dei servizi erogati e offerti al cittadino. Proposta di legge dal titolo: Norme per garantire l’opzione per la dieta vegetariana e la dieta vegana nelle mense e nei luoghi di ristoro pubblici e privati.

Leggi l’approfondimento qui: Mensa scolastica: sanzioni se manca l’opzione vegan

  1. I bambini sono meravigliosi, hanno capito da che parte stare. Speriamo succeda anche nel nostro paese!

    Reply
  2. Il futuro del mondo è VEGETALE…
    VEGANOK è la garanzia più alta per rispettare questa scelta

    Reply
  3. L’istonto Naturale dovrebbe prendere il sopravvento mica gli interessi economici di chi ci vuole malati !!!

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti