Indagine Gran Bretagna: consumo di latte e latticini in caduta libera

Sempre più inglesi acquistano latte di origine vegetale; la domanda di latte vaccino continua a diminuire, secondo i nuovi dati dell’istituto di ricerca Mintel. Il report afferma che il 23% delle persone intervistate aveva usato alternative al latte a base vegetale nei tre mesi precedenti a Febbraio 2019. Questo dato è aumentato dal 19% rispetto al 2018. A guidare il cambiamento, sono le donne che ne acquistano in misura maggiore e i consumatori fino ai 25 anni.

Dalle mandorle all’avena e al cocco ai piselli, le alternative al latte a base vegetale stanno suscitando grande scalpore: le ultime ricerche dell’istituto di ricerca Mintel rivelano che gli inglesi stanno ampliando le loro scelte. Quasi un quarto (23%) degli inglesi ha utilizzato alternative a base vegetale tra Dicembre e Febbraio 2019, rispetto al 19% nel 2018.

Alla guida della rivoluzione vegetale, circa il 26% delle donne acquista alternative al latte a base vegetale e ben un terzo (33%) nella fascia di età 16-24 anni, opta per queste varietà. La crescita delle alternative al latte è in gran parte alimentata dai più recenti concorrenti di categoria come l’avena (vendite in volume che sono cresciute del 71% tra il 2017), il cocco (+ 16% tra il 2017-18) e le varianti di mandorle (+ 10% tra il 2017-18): tutto ciò è cresciuto in visibilità e disponibilità nel 2018.

Sottolineando che vi sono maggiori opportunità di ulteriore crescita nella tendenza delle alternative al latte a base vegetale, il 65% degli utenti di latte plant-based accoglierebbe con favore consigli su come utilizzare alternative a base di latte / crema a base vegetale in cucina / cottura; segno che va consolidata anche una cultura culinaria all’uso di questi prodotti.

Emma Clifford, direttore associato di Food and Drink del Regno Unito, ha dichiarato:

“Le alternative al latte a base vegetale continuano a farsi strada nel mainstream, con alti livelli di attività e di innovazione. La crescita in questo segmento fa parte di un movimento molto più ampio, guidato da preoccupazioni crescenti per la salute, l‘etica e l’ambiente, nonché dall’amore dei consumatori per la varietà nella loro dieta. Continuerà lo spostamento verso alternative plant based contribuendo ad aggiungere valore al mercato in generale. L’interesse dei consumatori per i consigli su come queste alternative si adattano alle diverse occasioni d’uso indica un potenziale marcato per incrementare l’utilizzo tra gli utenti attuali e non. “

I consumatori nella fascia di età 16-24 anni perdono interesse per il latte vaccino standard. Tradizionalmente un alimento base per le famiglie, l’uso del latte vaccino standard sta subendo un decremento scendendo dal 79% nel 2018 al 73% nel 2019. Mentre il latte vaccino rappresentava ancora la stragrande maggioranza delle vendite di latte bianco nel 2018 (96 %), ora il suo utilizzo viene ridimensionato.

Questo calo di utilizzo tra i 16-24 anni arriva dal momento che il 37% di questa fascia d’età afferma di aver ridotto la quantità di latte vaccino standard che ha usato negli ultimi 12 mesi per motivi di salute. Anche le preoccupazioni ambientali stanno giocando un ruolo importante: il 36% degli intervistati in questa fascia di età è d’accordo sul fatto che l’allevamento per la produzione di latte abbia un impatto negativo sull’ambiente.

“Con le vendite in volume del latte vaccino già in calo, il fatto che un numero sempre maggiore di giovani consumatori si stia allontanando da questi prodotti non è di buon auspicio per le prospettive di questo segmento a lungo termine”,  aggiunge Emma Clifford.

Approfondisci la tematica:

Boom di bevande vegetali: il latte d’avena è in crescita costante

  1. Sempre più i consumatori accedono alle informazioni che gli fanno capire quanto la salute sia danneggiata dall’uso di latte vaccino.

    Reply
  2. Evviva e speriamo “ senza paracadute” !
    GO VEGAN

    Reply
  3. Avatar

    Grandi notizie che fanno ben sperare nel cambiamento!

    Reply
  4. Grandi notizie che fanno ben sperare nel cambiamento!

    Reply
  5. Avatar
    francesco basco 25 Luglio 2019, 14:43

    Con questa notizia si puo fare colazione piacevolmente 😛

    Reply
  6. Avatar
    Gian Maria Cavalieri 27 Luglio 2019, 23:54

    Ottima notizia!

    Reply
  7. Evviva il latte di mandorle, cocco, avena, farro e nocciola!! Li adoro!

    Reply
  8. Avatar

    io adoro il latte di soia che e’ il piu’ completo ,poi mi piace anche quello di mandorle ma comporta piu’ sfruttamento delle risorse per produrlo ,mi piace quello di avena e cocco ,ma utilizzo sempre quello di soia con il caffe’ ,il piu’ completo ed economico,si trova oramai dappertutto e fa molto bene alle donne ,e’ molto energetico anche e il piu’ proteico

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti