In ascesa il trend della cosmesi vegan. I prodotti più venduti? I “cosmetici colorati”

Quello dei cosmetici vegani è un mercato in crescita, destinato a rimanere attivo negli anni a venire. Hanno aperto le porte della cosmesi “green” i prodotti per la skincare, ma ad oggi i più venduti sono i “colour cosmetics”

È in crescita il mercato globale dei prodotti cosmetici vegani, che riportano in etichetta claim che rimandano al concetto di animal free e cruelty free: ad affermarlo è Mintel, società britannica che si occupa di ricerche di mercato a livello internazionale. Attenzione però: anche se il numero delle persone che scelgono di seguire una dieta plant based e uno stile di vita sostenibile è in costante aumento, è sbagliato pensare che siano solo i consumatori vegani a scegliere questa tipologia di cosmetici.

“I prodotti di bellezza vegani si affiancano a quelli biologici e halal e sono percepiti come più naturali e più delicati sulla pelle – dichiara Michelle Strutton, Content Manager per Mintel – Pensiamo solo che nel Regno Unito il 10% dei consumatori considera la certificazione vegan come un indicatore del fatto che quel determinato prodotto sia naturale o biologico”.

Cosmetici vegani: quali sono i più venduti?

Sono i cosiddetti “cosmetici colorati” a guidare l’ascesa dei prodotti animal free: parliamo di make up per il viso, ombretti e mascara, ma anche rossetti e smalti. “Secondo Mintel – spiega infatti Strutton – oltre un terzo dei prodotti di bellezza vegani lanciati a livello globale tra luglio 2017 e giugno 2018 erano “cosmetici colorati”, seguiti da trattamenti per la cura della pelle”.

A ben vedere, però, sono stati prodotti per la cura della pelle quali creme e oli, ma anche prodotti per capelli e per il corpo ad aprire la strada verso l’ampliamento di questo mercato negli ultimi cinque anni.

Cosmesi vegana: è destinata a durare nel tempo?

Se è vero che il trend dei cosmetici che segnalano in etichetta l’assenza di derivati animali è in rapida ascesa, è lecito chiedersi quanto durerà la predilezione dei consumatori per questa tipologia di prodotti. “Il consumo etico è una tendenza in crescita – spiega Strutton – e mentre il focus di altri prodotti vegani sarà sempre il benessere animale e la tutela dell’ambiente, i prodotti di bellezza potranno anche affrontare altre questioni circa la sicurezza e la trasparenza degli ingredienti”. Quello che è certo, spiega l’esperta, è che oggi come oggi i consumatori sono sempre più consapevoli dell’impatto di quello che acquistano e la tendenza vegan nella cosmesi è per questo destinata a durare nel tempo.

Non stupisce quindi che grandi player del settore decidano di allineare la propria produzione alle richieste del mercato: è il caso, per esempio, di Avon – storico marchio statunitense di cosmetici, profumi e bigiotteria fondato nel 1886 – che ha da poco introdotto tra le proprie referenze anche un’intera linea cosmetica vegan. Parliamo di “Distillery”, una collezione beauty attualmente venduta solo nel Regno Unito ma destinata al mercato globale nel prossimo anno, che comprende attualmente diversi prodotti per la cura della pelle. In più, la nota azienda ha scelto per le confezioni dei propri cosmetici vegan solo vetro riciclato (e riciclabile), in linea con la necessità di prodotti “green” che eliminino quanto più possibile l’inquinamento da plastica. Sebbene alcune componenti siano ancora in plastica per motivi di conservazione dei cosmetici, Avon assicura la volontà di rendere i contenitori della linea “Distillery” 100% riciclabili entro il 2025.

Il trend italiano punta all’eccellenza BioDizionario Approved

 

Ovviamente non mancano aziende italiane e non che abbiano deciso di seguire l’andamento del mercato e di produrre cosmetici vegani di qualità:

Parliamo di aziende che per i loro prodotti hanno ottenuto la certificazione etica VEGANOK e BioDizionario Approved, il che garantisce che siano vegani e cruelty-free.

  1. Vedere tutte queste aziende italiane che hanno scelto di adottare uno standard qualitativo severo come il BIODIZIONARIO, è incoraggiante e fa sperare che siano seguite da molte altre. Nel frattempo sosteniamole acquistano i loro prodotti premiando la loro scelta etica ed ambientale ed aiutando il pianeta a depurarsi dai danno fatti dall’uomo.

    Reply
    • Avatar

      Condivido pienamente!
      Non solo rispettosi di tutti gli esseri viventi, ma anche nei riguardi del nostro Pianeta. Purtroppo ci sono ancora aziende che hanno nei loro prodotti, ingredienti sintetici che inquinano l’ambiente, intossicando la fauna marittima, avvelenando i pesci e coloro che decidono di nutrirsene. Grazie Sauro , per aver ricordato con sensibilità, il Biodizionario importante punto di riferimento per tutti noi consumatori che consultandolo eviteremo di acquistarli, perché pericolosi per l’ambiente e per la nostra salute. È un buon presupposto per essere tutti dei futuri vegani. 😀
      Plauso alle aziende elencate, punte di eccellenza del Biodizionario Approved e di prodotti Vegani di qualità 👏🏽👏🏽👏🏽

      Reply
  2. E già!
    Oramai anche “ grandi aziende “ di bellezza , perfino quelle specializzate da “ istituto di bellezza”, cominciano ad annoverare nel loro catalogo prodotti vegan !
    Questo è un segnale enorme !
    La stessa cosa si registra nei saloni hair style!
    È SEMPRE PIÙ … GO VEGAN !

    Reply
  3. Finalmente, anche le aziende che producono prodotti cosmetici hanno alternative vegane valide e di qualità per le consumatrici che le richiedono.

    Reply
  4. Ogni anno costatiamo proprio questo al cosmoprof, l’area Green è già diventata la zona di punta della fiera non a caso.

    Reply
  5. Io sono una patita di make-up e naturalmente di prodotti vegan ne sono piena! È bello farsi belle essendo buone con la nostra pelle e gli animali che non vengono sfruttati per la nostra voglia effimera di apparire migliori…

    Reply
  6. Al giorno d’oggi è possibile acquistare prodotti di cosmesi e make up di altissima qualità senza ingredienti di origine animale. E’ interessante come molte aziende associano il prodotto vegan con confezioni riciclabili. Bello!

    Reply
  7. Avatar

    Ma Avon non Fa esperimenti su animali per vendere in Cina ?

    Reply
  8. Ancora prima di diventare vegana usavo prodotti cosmetici ecobio tassativamente non testati sugli animali. Da allora sono passati diversi anni e noto con piacere come il numero delle aziende che optano per prodotti vegani sia aumentato tantissimo, oggi c’è davvero l’imbarazzo della scelta!

    Reply
  9. Avatar

    Questa è la prova che sempre più aziende e sempre più consumatori sono orientati ad offrire e ad acquistare prodotti non solo di qualità ma soprattutto etici e rispettosi di tutti gli essere viventi

    Reply
  10. Avatar

    mi aggiungo alla lista con il brand “milmil” linea “dermo” e con il dentifricio “PERLAX” ,

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti