Il futuro del settore beauty è vegan

Il mercato dei prodotti di bellezza vegani è in piena espansione, in parallelo con la crescente avversione dei consumatori per i prodotti di derivazione animale per ragioni ambientali ed etiche. Il crescente desiderio di acquistare prodotti che siano in grado di rispondere ad una esigenza di acquisto etico, sta alimentando la crescita del mercato dei prodotti cosmetici 100% vegetali.

Secondo un nuovo studio, pubblicato dall’istituto di ricerca Fact MR, le vendite di prodotti di bellezza vegan dovrebbero superare US $ 3.500 milioni nel 2019, dai quasi $ 3.352 milioni nel 2018. Questo studio analizza il periodo di previsione dal 2018 al 2028: si prevede che il mercato dei prodotti registrerà un tasso di crescita annuale composto (CAGR) superiore al 6% fino al 2028.

La crescente popolarità del veganismo nello spazio dedicato alla bellezza e alla cura della persona è uno dei fattori principali che stimolano la crescita del mercato dei cosmetici vegani. È probabile che i prodotti per la cura della pelle vegan siano i protagonisti di un incremento sostanziale.

Dal momento che i prodotti per la skin care sono tra gli elementi essenziali nella propria beauty routine o per la cura della persona giorno dopo giorno, i consumatori sono più che disposti a sostenere costi più ingenti (premium) per prodotti vegetali di alta qualità.

Si prevede che l’Europa e il Nord America emergeranno come il mercato principale per i prodotti di bellezza 100% vegetali durante il periodo preso in analisi, grazie all’aumento del numero di europei che passano ad uno stile di vita vegan. Il Meaddle East d’altra parte sarà un mercato in forte crescita. Il Medio Oriente e l’Africa si stanno sempre più adattando alla cultura vegana, guidata dalla tendenza del consumo etico, alimentando così la crescita di questo mercato.

Il packaging sostenibile è uno degli aspetti della produzione che interesserà maggiormente il comparto produttivo.

Quali sono i principali fattori di crescita del mercato dei prodotti di bellezza plant-based?

Sono 4 le motivazioni principali individuate dallo studio:

  • I consumatori sono sempre più alla ricerca di prodotti cruelty free e vegetali ispirati da scelte guidate dall’etica: nel concetto di acquisto consapevole sono inclusi anche i prodotti per la cura personale. Questa tendenza creerà molte opportunità per i produttori di prodotti di bellezza negli anni a seguire.
  • I consumatori stanno dimostrando una spiccata avversione ai cosmetici a base di sostanze chimiche, per motivi di sicurezza, e sono attirati verso prodotti ritenuti “naturali” e “sicuri”. Questo spingerà all’acquisto di prodotti di bellezza vegani nel periodo di previsione.
  • I consumatori moderni non acquistano in maniera acritica: sono diventati più attenti nello scegliere le materie prime coinvolte e l’origine delle componenti. Percependo le conseguenze di acquisti “irresponsabili”, optano per prodotti rispettosi dell’ambiente.
  • Un numero crescente di beauty blogger e canali social media che promuovono trucchi e strategie di make up usando prodotti di bellezza vegani. Questo aspetto sta lavorando a favore dei produttori di prodotti di bellezza vegani.

Skin care, cura dei capelli, cosmetici, prodotti da bagno, profumi e strumenti per il make up: nella grafica, si rappresenta il tasso di crescita di ognuno di questi settori.

I principali driver di acquisto:

  1.  La ormai mutata percezione del consumatore sul tema “prodotti di bellezza”
  2. I benefici associati all’uso di ingredienti naturali nei cosmetici
  3. Attività promozionali in crescita incentrate sui vantaggi dell’utilizzo di prodotti di bellezza vegani
  4. Grande varietà nel range di sceltadei prodotti
  5. L’aumento, in termini di domanda, di prodotti più sostenibili a causa della crescente consapevolezza delle problematiche legate al prodotto sintetico.

Approfondisci il tema della cosmesi etica e vegan qui:

Cosmesi eco bio: come scegliere un buon prodotto?

Nuova App BioDizionario: inquadra l’INCI, scatta e scopri tutto sugli ingredienti!

  1. La cosmesi sempre più vegan è un trend ormai inarrestabile.
    In particolare i prodotti certificati BIODIZIONARIO continuano ad aumentare nonostante il disciplinare rigidisssimo e accessibile solo a prodotti davvero speciali ed ecologici sul serio.

    Reply
  2. Io personalmente sto molto attenta che non siano presenti prodotti sintetici o tossici per la mia pelle, ormai da anni. Ad oggi sempre più persone mirano ad un acquisto più consapevole. Noto che purtroppo è usata ancora molto nella cosmesi la cera d’api come ingrediente. Ci sono olii che nutrono in modo naturale ed efficace senza alcun sfruttamento. Basta essere informati.

    Reply
  3. La bellezza e’ Vegan non c’è nulla da fare! Già 3 anni fa al cosmoprof ci siamo resi conto di quanto le aziende siano sempre più attente e pronte a lanciare sul mercato prodotti rispettosi dell’ambiente e soprattutto degli animali.

    Reply
  4. Avatar
    roberto nuvolone 29 Maggio 2019, 15:58

    “Nella continua ricerca di MilMil di ridurre l’utilizzo di materie plastiche ed il relativo impatto ambientale, in collaborazione con il nostro fornitori INDET ed il produttore di film Avery Dennison, è stata realizzata una prova con etichette con il 30% di plastica riciclata post-consumer sul Dermo shampoo “carbone vegetale”.

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti