Il campione Novak Djokovic, stella di Wimbledon: “il mio successo e l’alimentazione vegetale”

Il campione di tennis Novak Djokovic elogia la sua dieta a base vegetale per averlo aiutato a raggiungere la quinta vittoria a Wimbledon.

La stella del tennis Novak Djokovic ha vinto la finale di Wimbledon per la quinta volta. Djokovic ha battuto l’ex campione Roger Federer in un match della durata di quattro ore: la partita finale del singolo più lungo nella storia di Wimbledon. Si è assicurato un posto nelle finali di Wimbledon lo scorso anno dopo una vittoria contro il vecchio rivale Rafael Nadal. L’atleta nato in Serbia, ha adottato una dieta a base vegetale per motivi di salute diversi anni fa e attribuisce il successo della sua prestazione in campo alla sua alimentazione plant based.

“Io mangio vegetale. Non mi piacciono le etichette, a dire il vero” Djokovic ha spiegato. Nonostante la su alimentazione sia 100% vegetale, ha precisato in conferenza stampa che preferisce non definirsi vegano:

“A causa delle interpretazioni errate delle etichette e dell’uso improprio delle etichette, non mi piace quel tipo di nome. Io mangio vegetale. Penso che sia uno dei motivi per cui recupero bene dopo le gare. Non ho allergie che avevo più. E mi piace.”

Anche se Djokovic non ama definirsi vegano, ha una passione per il cibo sano. Nel 2016, ha aperto il ristorante “Eqvita” a Monte Carlo. In una intervista rilasciata al giornale Forbes, ha dichiarato:

“Mangiare vegano mi rende più consapevole del mio corpo in campo, più vigile. Ho tolto le tossine dal mio corpo e con loro sono passate tutte le infiammazioni e altre cose che stavano interferendo con i miei livelli di energia. Come atleta, la cosa più importante è mantenere i livelli di energia costanti, specialmente come giocatore di tennis, in cui sei da solo in campo per il migliore dei cinque match. Quando giochi per 3, 4, 5 ore di fila, hai bisogno del carburante giusto … e per me, il carburante giusto è a base vegetale.”

È anche produttore esecutivo del film documentario di James Cameron, ” The Game Changers “, che si tuffa in profondità negli atleti d’élite che rinunciano ai prodotti animali.  Uscirà in più di 1000 sale a livello mondiale il 16 Settembre di quest’anno e sfata tutti i miti sul consumo di prodotti plant based scardinando tutta una serie di clichè legati al mangiar carne.

Marketing e consumo di carne: The Game Changers è il nuovo documentario che riscrive le regole

Dal campione mondiale di auto da corsa Lewis Hamilton alla star dell’NBA Kyrie Irving, gli atleti d’élite di tutta una serie di sport hanno adottato una dieta a base vegetale per ottimizzare le loro prestazioni. Molti atleti, come i concorrenti femminili di Wimbledon, Venus e Serena Williams, hanno attribuito alla dieta vegan, il motivo del loro successo. La dieta plant based assicura loro livelli energetici più elevati e tempi di recupero più rapidi.

 

  1. Che la dieta vegetale sia superiore proprio per le attività sportive è un dato di fatto.

    Reply
  2. Interessante testimonianza… prendiamo esempio

    Reply
  3. Adoro questo atleta, oltre ad essere il n 1 al mondo e’ anche simpaticissimo! Grazie a lui e agli atleti del documentario the Game Chargers da lui stesso prodotto, possiamo dimostrare che le proteine vegetali sono superiori a quelle animali. Go Vegan !

    Reply
  4. Ho visto un video dove lui dimostra di essere una persona eccezionale! Evviva i vegani felici! Merita tutto il successo che ha!!!

    Reply
  5. Dieta vegana e sport sono un’accoppiata vincente: lo dimostrano tanti atleti, un motivo in più per dire addio ai prodotti di origine animale!

    Reply
  6. Avatar

    Ragazzi io sono stato vegetariano per 30 anni, vegano per 1,6 ma poi dopo un crash psicofisico sono tornato a mangiare pesce e uova. Cerco aiuto da voi su come gestire la dieta, i gusti, gli apporti perché só che la dieta vegana è la migliore sia per la salute che moralmente parlando.

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti