Il bambù sulle tavole degli italiani: la proposta Bambubio

Il bambù è ormai entrato a pieno titolo nella categoria dei superfood: un settore in crescita vertiginosa. Dall’ultimo rapporto dell’Osservatorio VEGANOK infatti, le referenze a base di superfood, risultano essere un’abitudine di acquisto per ben 1 italiano su 4. Bambubio offre una gamma di prodotti a base di bambù molto eterogenea: dai germogli alle creme fino alla birra e alle confetture.

Il team di Bambubio

Le condizioni ambientali insieme con una grande spinta imprenditoriale, hanno generato un significativo incremento negli investimenti nella produzione di bambù in Italia. Gli usi sono davvero molteplici: food, arredamento, make-up, filati, realizzazione di occhiali, orologi e oggetti di design. I prodotti a base di bambù rispondono alla crescente domanda di prodotti salutari e naturali.

L’Italia, con il suo clima mediterraneo, sta diventando il luogo ideale per la coltivazione. Una grande spinta imprenditoriale in questo settore, ha generato un significativo incremento negli investimenti nella produzione. Il bambù cresce rapidamente ed è rinnovabile. Ha bisogno di poca manutenzione in fase di coltivazione e non necessita di coadiuvanti chimici per crescere. Assorbe anidride carbonica e produce fino al 35% in più di ossigeno rispetto alle altre specie di alberi. Esistono oltre 1.200 specie di bambù e la maggior parte sono altamente resilienti: non soffrono di di particolari malattie e non attraggono parassiti.

 Il food risulta essere uno dei maggiori mercati di riferimento. I prodotti a base di bambù intercettano perfettamente l’aumento, in termini di domanda, di “healthy food” e si collocano perfettamente nel mercato del cibo salutare e biologico. Si tratta di un vero e proprio superfood: una categoria di prodotto in crescita vertiginosa. Il germoglio è stato definito da più parti “il cibo del futuro” perché risulta essere un alimento completo e si adatta a tutti i tipi di cottura e conservazione.

La proposta BambuBio

Una selezione di prodotti Bambubio conformi allo standard VEGANOK

BambùBio nasce nel 2014, da un’idea della chef e ricercatrice Marianna Ziliati, proveniente dalla scuola di Gualtiero Marchesi. Nel 2017 l’azienda viene acquisita dal gruppo Alma Bamboo, azienda leader nel settore della green-economy. Offre prodotti alimentari a base di germogli di bambù, una scelta che nasce dalla convinzione che il germoglio di bambù si inserisca perfettamente come alimento all’interno delle nuove tendenze del settore food, sempre più orientate verso un’alimentazione che unisca il gusto al mangiare sano.

Dice l’azienda:

La nostra è una piantagione di bambù che vanta più di 2.000 piante, tutte coltivate con prodotti biologici quindi senza l’utilizzo di pesticidi o agenti chimici. La pianta di bambù produce un germoglio commestibile e ricco di sostanze nutritive, ma solo per due mesi all’anno, ovvero da Marzo a Maggio. Nei restanti mesi coltiviamo altre tipologie di bambù dalla foglia commestibile, utili per dare vita a tisane, essenze, estratti o altri prodotti commestibili come grissini e altri prodotti da forno, anche per alimentazioni alternative. La scelta di dar vita a questa coltivazione deriva dal fatto che, dopo numerosi studi e approfondimenti, il bambù è un alimento dall’alto valore nutrizionale. La nostra idea di business? Rendere verticale la nostra attività, partendo dalla coltivazione del bambù gigante fino ad arrivare alla commercializzazione delle sue molteplici applicazioni quali: food, cosmetica, abbigliamento e accessori.

Fonte: Bambubio

L’azienda ha aderito allo standard VEGANOK con una linea di prodotti molto eterogenea ed innovativa. Nel 2017 lancia la linea Biobù dando vita ad un e-commerce e arrivando a proporre oltre 15 prodotti a base di bambù: dal germoglio alla crema, fino ad arrivare alle confetture e alla birra.

Scopri la linea completa di prodotti a questo link: Bambubio

Il test prodotto della birra Birbù

I consumatori che fanno parte della community di Veganblog, la più grande community di cucina vegan in Italia, hanno effettuato il test assaggio di Burbù, una birra cruda ad alta fermentazione, rifermentata in bottiglia di colore biondo dorata ed ispirata alle American Pale Ale con aggiunta di bambù:

Si tratta di una birra di carattere, che peraltro non appesantisce essendo a bassa gradazione alcolica e a bassa gasatura. Se siete amanti delle bevande particolari ve la consiglio, una birra al bambù è sicuramente una novità!

Continua a leggere la recensione qui: Test Birbù 

 

 

 

 

  1. Sarebbe davvero interessante se l’azienda organizzasse delle visite nella piantagione di bambù per spiegarne le caratteristiche proprio bello luogo dove nasce.
    🙂

    Reply
  2. Avatar
    Gian Maria Cavalieri 8 Ottobre 2019, 8:49

    I germogli di bambù sono buonissimi.
    Altri prodotti non ne ho ancora provati ma se ne avrò l’occasione lo farò certamente!

    Reply
  3. Complimenti a questa azienda che con molta dedizione sta proponendo referenze davvero ottime e molto particolari. Ho conosciuto personalmente il team: il loro entusiasmo è contagioso!

    Reply
  4. Ho assaggiato questi prodotti in fiera sono davvero fantastici. Il bambù è davvero il cibo e la materia prima del futuro, è qui che il governo dovrebbe dare incentivi, non c’erto agli allevatori che stanno distruggendo il paese!

    Reply
  5. Avatar
    francesco basco 8 Ottobre 2019, 10:30

    Ottimi i prodotti tutti di qualità azienda giovane e propositiva

    Reply
  6. Io trovo che le confezioni e le etichette siano davvero belle e piacevoli alla vista.. mi viene voglia di acquistare i prodotti Bambubio solo a guardarli! 🙂

    Reply
  7. Non ho mai assaggiato il bambù ma spero di poterlo fare con i prodotti di azienda!

    Reply
  8. Ma wowwwww! Un italiano su 4! Ho provato il bambù in una fiera, niente male devo dire!

    Reply
  9. Avatar

    I germoglio di bambù, oltre ad essere delicati e leggeri, sono ricchi di proprietà nutritive. L’elevato contenuto di fibre, ma sopratutto il SILICIO (un minerale naturalmente presente nelle nostra ossa, nelle cartilagini e nei tessuti connettivi ) permettono di posizionare il germoglio di bambù tra i super food.
    Bambubio TOP

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti