Ikea: nel Regno Unito è in arrivo il primo “Natale senza carne”

Addio al menu a base di carne di tacchino, per fare spazio a opzioni vegetariane e vegane nei bistrot inglesi. Il motivo? Fornire ai clienti alternative “più sane e sostenibili”

Ikea, colosso svedese dell’arredamento, cambia rotta: l’azienda celebrerà a partire dal prossimo 4 novembre il suo primo “Natale senza carne”, sostituendo il tradizionale menu servito nei propri bistrot in questo periodo con piatti vegetariani e vegani. Il nuovo menu sarà disponibile nei punti ristoro del Regno Unito – paese vegan-friendly per eccellenza dove già da tempo i consumi di latte vaccino risultano in caduta libera – e andrà a sostituire quello a base di carne di tacchino scelto per lo scorso anno.

In particolare, i clienti troveranno due antipasti senza carne, tra cui una crostata vegana con verdure e pasta sfoglia. Ad accompagnare il piatto non mancheranno “verdure in abbondanza”. Una mossa che porta la multinazionale dell’arredamento a seguire i trend di mercato, che vedono la scelta plant based sempre più mainstream a livello internazionale. Non è un caso, quindi, che decine di aziende si trovino ad adeguare la propria offerta alle richieste dei consumatori, adesso che le diete vegetali risultano essere il new normal.

Ikea: no alla carne “come impegno verso i consumatori”

La scelta della multinazionale ha uno scopo preciso, come comunicato dall’azienda stessa in una nota in occasione del lancio del nuovo menu:

Come parte del nostro impegno nel supportare i nostri clienti a vivere una vita più sana e sostenibile, abbiamo deciso di lanciare il nostro primo “Natale senza carne” nei nostri bistrot. Sappiamo che le cene di Natale sono una parte importante del periodo delle festività e vogliamo davvero incoraggiare i nostri clienti a provare qualcosa di nuovo quest’anno. Entrambi i nostri piatti senza carne sono pieni di sapore, per mostrare come opzioni più sostenibili possano essere altrettanto gustose.

Il menu natalizio risulta in ogni caso solo una delle iniziative di Ikea verso scelte alimentari più sostenibili: da poco i negozi in Canada hanno lanciato un burger 100% vegetale che va ad affiancare le proposte tradizionali, e anche nel nostro paese le opzioni plant based tra cui polpette, hot dog e gelati non mancano di certo. Basti pensare che secondo un recente comunicato stampa, il 50% dei pasti caldi serviti nei ristoranti Ikea sono già ora vegani o vegetariani.

Come Ikea, inoltre, anche diverse grandi catene di supermercati nel Regno Unito hanno introdotto menu vegani di Natale nel tentativo seguire le preferenze dei consumatori. Parliamo di Tesco (che ha da poco lanciato uno spot interessante per promuovere alternative vegetali a carne e derivati) , Sainsbury’s, Islanda, Waitrose, Aldi e Marks & Spencer, che hanno svelato i propri i menu plant based prima della stagione delle feste.

  1. Avatar

    Speriamo che in Italia il Natale ci porti una bella notizia come questa in modo da stare al passo con la crescita mondiale del vegan

    Reply
  2. Beh va ricordato che già adesso in Ikea Italia sono disponibili al ristorante salse, maionesi e gelato certificati VEGANOK.. Sono primi piccoli passi, ma la direzione è quella giusta.
    Go Vegan!

    Reply
  3. Brava Ikea! Speriamo che “l’esperimento” abbia successo così da estendere negli anni a venire questa iniziativa anche nei punti vendita di tutte le altre nazioni.

    Reply
  4. Io amo Ikea sempre di più ve lo dico!!!!

    Reply
  5. Avatar

    Segnali preziosi….. per un mondo sempre più attento alla vita, al pianeta, alla salute! Ikea è un esempio importante…. che trascinerà in questa scelta etica altre aziende! Io sto con Ikea !!!!!!

    Reply
  6. Decisamente una bella iniziativa soprattutto nel periodo di Natale.

    Reply
  7. Ikea come tante altre realtà si sta aprendo al vegan in maniera molto positiva… speriamo di trovare questo menu anche da noi, anche se le opzioni vegan per fortuna già non mancano 🙃

    Reply
  8. Quando le belle notizie arrivano dai grandi è ancora più grande il piacere perché sai che grandi numeri possono fare grandi cambiamenti!

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti