“Formaggio” vegan: per Euro Company è Cicioni, alimento fermentato a base di mandorle e anacardi

Cicioni è un’alternativa 100% vegetale e biologica, certificata VEGANOK e distribuita da EuroCompany; pochi ingredienti e nessun additivo per un prodotto fermentato a base di frutta secca.

Si chiama Cicioni ed è un “formaggio” biologico e 100% vegetale Made in Italy, certificato VEGANOK e distribuito da EuroCompany: parliamo di un prodotto plant-based che ricorda per gusto e consistenza il formaggio di origine animale, ma creato attraverso la fermentazione di mandorle e anacardi. Il nome deriva da quello della sua creatrice, Daniela Cicioni, chef vegana e ricercatrice che ha lavorato a lungo per creare un alimento altamente digeribile – perché lavorato a crudo e fermentato – e dal sapore che si adattasse facilmente a diverse preparazioni.

Questo “formaggio” è senza glutine e senza olio di palma, e contiene pochi e semplici ingredienti non trasformati:

  • anacardi (38%),
  • mandorle (38%),
  • acqua,
  • sale,
  • batteri lattici.

La preparazione del prodotto avviene a crudo, mettendo in ammollo con acqua e batteri la frutta secca per circa 10 ore; trascorso questo tempo, il prodotto viene macinato e si passa al periodo di fermentazione, in cella a temperatura controllata. Infine, dopo un’essiccatura di 24 ore, il “formaggio” stagiona per 5 giorni. Questo prodotto, proprio per via del processo di preparazione, conserva i valori nutrizionali tipici della frutta secca: è ricco infatti di minerali come il rame, che contribuisce al normale funzionamento del sistema nervoso e alla normale pigmentazione dei capelli e della pelle; e il manganese, che favorisce il normale metabolismo energetico. Non mancano le vitamine, come la Vitamina E, che protegge le cellule dallo stress ossidativo.

Questo prodotto è reperibile online e nei negozi di alimentazione naturale e biologica, in una confezione di cartone da 80 grammi. Può essere consumato da solo, tagliato a fette o cubetti, oppure utilizzato per insaporire numerose ricette salate, oltre che per farcire pizze e focacce di ogni tipo.

“Formaggio” vegetale: uno sguardo d’insieme

Quello dei sostituti vegetali del formaggio è un mercato in espansione costante, che si prevede raggiungerà entro il 2024 i 3,9 miliardi di dollari. In termini di valore, si prevede che registrerà un CAGR dell’8,6% durante il periodo di previsione. È l’Europa a guidare i consumi di questi prodotti su scala mondiale, seguita rispettivamente da Nord America, APAC, Sud America e MEA.

Tra i principali fattori che contribuiscono alla crescita del mercato del formaggio vegano, non solo la crescente consapevolezza etica della popolazione, ma anche la domanda della popolazione intollerante al lattosio e dei consumatori attenti ad esigenze salutistico-nutrizionali, tra cui il contenimento del colesterolo, in primis. Quanto alle formulazioni, la base di soia domina gli assortimenti con più del 40% delle ricette presenti sul mercato, seguita dalle ricette a base di riso e amidi e olio di cocco. Ma le ricette che registrano le crescite maggiori sono quelle a base di mandorle, arachidi, nocciole, anacardi, tra le quali si segnala una tendenza alla semplificazione delle ricettazioni.

Approfondisci questo argomento qui: Mercato dei sostituti del formaggio: valore, volumi e tendenze

Segni particolari

Cicioni dice “no” a qualsiasi tipo di colorante e additivo – come addensanti e conservanti – per ottenere un prodotto che sia quanto più possibile “naturale”; la fermentazione dona al prodotto un gusto acidulo che ben si sposa e contrasta con la dolcezza delle mandorle.

Clicca sul pulsante in basso per conoscere tutti i prodotti Euro Company certificati VEGANOK:

 

 

  1. Davvero un buon prodotto… e non solo per il palato ma anche da un punto di vista nutrizionale

    Reply
  2. Non vedo l’ora di comprarlo e assaggiarlo con un pò di pane e olio 🙂

    Reply
  3. Provato e trovato buonissimo!
    Inoltre ho conosciuto anche Daniela Cicioni , la formulatrice è davvero una brava chef!

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti