Cresce il business del bambù nel food. Il test consumatori dei prodotti Bambita

Le condizioni ambientali insieme con una grande spinta imprenditoriale, hanno generato un significativo incremento negli investimenti nella produzione di bambù in Italia. Gli usi sono davvero molteplici: arredamento, make-up, filati, realizzazione di occhiali, orologi e oggetti di design. Il food però, risulta essere uno dei maggiori mercati di riferimento. I prodotti a base di bambù rispondono alla crescente domanda di prodotti “healthy” e “superfood”. L’azienda CBI Spa ha immesso sul mercato la linea Bambita conforme allo standard VEGANOK. Ecco il test prodotti dalla community di Veganblog.

L’Italia, con il suo clima mediterraneo, sta diventando il luogo ideale per la coltivazione del bambù. Le condizioni ambientali insieme con una grande spinta imprenditoriale in questo settore, hanno generato un significativo incremento negli investimenti nella produzione. Al momento, risultano quasi 2000, gli ettari di terreni coltivati a bambù nel nostro paese.

Le piantagioni di bambù, in crescita in Italia, oggi sono quasi 900 e hanno un impatto positivo sull’ambiente: immettono nell’aria un elevato quantitativo di ossigeno e non hanno bisogno di erbicidi o pesticidi dando origine a germogli alimentari “naturalmente bio”.

Fonte: Consorzio Bambù Italia

Gli usi sono davvero molteplici: arredamento, make-up, filati passando per la realizzazione di occhiali, orologi e oggetti di design. Il food però, risulta essere uno dei maggiori mercati di riferimento. I prodotti a base di bambù intercettano perfettamente la crescente richiesta di “healthy food” e si collocano perfettamente nel mercato del cibo sano e e salutare. Si tratta di un vero e proprio superfood: una categoria di prodotto in crescita vertiginosa. Dall’ultimo rapporto dell’Osservatorio VEGANOK sui consumi del 2018, i superfood sono un’abitudine di acquisto per ben 1 italiano su 4. Se il consumo di questi prodotti è aumentato nel 2017 dell’8,2% rispetto al 2016, il 2018 vede un incremento del 24,5% sui lanci di prodotti in questa direzione.

Fabrizio Pecci, fondatore nel 2014 del Consorzio Bambù Italia aveva dichiarato in una intervista: “Stiamo oltre la fase degli avanguardisti: adesso chi investe nella produzione di bambù lo fa conoscendone pienamente le potenzialità e gli investimenti crescono: se nei primi due anni i bambuseti si attestavano tutti sull’ettaro, nell’ultimo anno la media è passata a 3 ettari e mezzo per le nuove imprese.”

Ha aggiunto: “La coltivazione del bambù ci consente di collocare sul mercato un prodotto finale, il germoglio, tra i più salutari e dietetici al mondo senza contare che la nuova linea “Bambita“, studiata appositamente per incontrare le esigenze del moderno consumatore, ci spalanca le porte ai mercati di tutto il mondo.”

Bambita è la linea conforme allo standard VEGANOK di CBI spa. L’azienda fornisce indicazioni interessanti anche sul profilo nutrizionale del germoglio di bambù:

I germogli di bambù offrono diversi benefici per la salute del nostro organismo e trattandosi di un vegetale povero di grassi e zuccheri, con solo 27 calorie, risulta indicato nelle diete ipocaloriche e per perdere peso.

Sono inoltre caratterizzati da interessanti elementi nutritivi. Infatti secondo il Washington State University e la Panjab University in India, introducendo germogli di bambù all’interno di una normale dieta, riduce efficacemente i radicali liberi che possono produrre sostanze cancerogene dannose, può inoltre essere utilizzato per abbassare il livello di colesterolo nel sangue, contribuendo a migliorare l’appetito e la digestione. Possiede anche vitamine del gruppo B, fondamentali per il corretto funzionamento metabolico del corpo tra cui tiamina, riboflavina, niacina, vitamina B-6 (piridossina) e acido pantotenico ed è ricco di minerali come il rame e il manganese.”

I consumatori che fanno parte della community di Veganblog, la più grande community di cucina vegan in Italia, hanno effettuato il test di alcuni prodotti della linea. I prodotti, risultano essere molto apprezzati.

Ecco il commento di una delle consumatrici che hanno effettuato il test:

 “BUONISSIMO! Non mi sarei aspettata un sapore delicato e quasi neutro, vagamente mi ricorda asparago o il carciofo come consistenza. Il colore è bianco panna, la consistenza è croccante. Il primo assaggio mi dice subito come lo vorrei mangiare. Ma vi assicuro, che anche mangiarlo da solo senza niente è buonissimo e goloso e un pezzetto tira un’altro.

Leggi i test:

Germogli di bambù con origano 

Germogli di bambù canditi 

Germogli di bambù trifolati

Pesto di bambù 

Crema di germogli di bambù

Germogli di bambù al tartufo

Per maggiori informazioni sull’azienda: www.veganok.com/it/company/bambita/

 

Sei un’azienda che opera nell’ambito del Food&Beverage e vuoi maggiori informazioni sul marchio di garanzia VEGANOK per i tuoi prodotti? Per iniziare il percorso di verifica puoi inviare una email a [email protected]

  1. Avatar

    Per me i prodotti Bambita rappresentano il mix perfetto: gusto e qualità. Assolutamente da provare!

    Reply
  2. Un prodotto diverso dal solito, sano e salutare 🙂

    Reply
  3. Giuro che non posso più farne a meno! Assaggiato in fiera sono andata subito alla ricerca di Babita e ora ho la mia scorta in casa per le nostre cene❤️

    Reply
  4. Avatar

    Anni fa ero scettico nel mangiare il bambù, ma poi ho avuto modo di conoscere quest’azienda che ha proposto il bambù in tante varianti facendo in modo da far apprezzare le sue qualità.

    Reply
  5. Avatar

    Quando l’ho provato mi faceva strano, ad essere sincera non ha chissà quale sapore, infatti condito è più buono, ma la particolarità sta nelle proprietà salutari. Quindi consiglio a tutti di provare…

    Reply
  6. Avatar

    Noi li abbiamo usati durante un pranzo aziendale ed è stato un successo incredibile.
    Piaciuti a tutti

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti