“Carne” vegetale: quasi la metà dei consumatori onnivori la provano per curiosità

Il 90% dei consumatori di prodotti plant-based non sono né vegetariani né vegani: a spingere i consumatori onnivori verso le alternative a carne e prodotti di origine animale sono la curiosità, la convinzione che siano più salutari e migliori per l’ambiente

Cresce il mercato delle proteine vegetali a livello globale e con esso aumenta il consumo di prodotti plant-based alternativi alla carne; ciò che spinge i consumatori onnivori – che sono il 90% dei consumatori totali di questi prodotti – a portare in tavola queste referenze è, tra le altre motivazioni, la curiosità. A rivelarlo è una ricerca effettuata di recente dall’International Food Information Council Foundation, un’organizzazione che si occupa di analisi di mercato al fine di comunicare l’informazione scientifica sulla salute, la nutrizione e la sicurezza alimentare.

Secondo i dati – che sono stati raccolti a dicembre 2019 su un gruppo di 1000 adulti statunitensi di cui il 66% si è identificato come onnivoro –  quasi la metà degli intervistati (49%) ha provato almeno una volta un prodotto vegetale alternativo alla carne; il 41% degli intervistati ha dichiarato di aver provato questi prodotti per il piacere di provare nuovi alimenti, mentre il 27% ha affermato  di averlo fatto per provare a mangiare meno carne e un altro 27% perché pensa che sia una scelta migliore per l’ambiente.

Leggi anche: La top 3 dei burger vegetali che stanno cambiando il mondo

Quali sono, invece, i motivi che si nascondono dietro al rifiuto di provare prodotti alternativi alla carne? La ragione principale risulta l’idea che questi prodotti non abbiano un buon sapore (31%). Altri fattori comunemente segnalati includevano il disinteresse a mangiare meno carne (19%) e “nessun motivo specifico” (21%). Poco più di un intervistato su dieci (12%) ha riferito l’intenzione di mangiare, in futuro, uno di questi prodotti.

 

“Carne vegana”: per i consumatori è più salutare e più rispettosa dell’ambiente

Pur non essendo il fattore principale per la scelta di consumare un’alternativa vegetale alla carne animale, tra gli intervistati è emersa la convinzione che questi prodotti fossero migliori per l’ambiente rispetto alla carne animale (47%); solo il 5% delle persone coinvolte, infatti, riteneva che le alternative vegetali fossero peggiori per l’ambiente. Per l‘altra metà degli intervistati le alternative plant-based hanno un impatto ambientale uguale a quello della carne (23%) o non sono sicure (24%).

Mentre il sentimento generale è che questi prodotti siano migliori per l’ambiente, c’è meno consenso sul fatto che siano migliori per la salute. Nonostante  questo, il 45% degli intervistati ritiene che i prodotti plant-based siano più sani delle controparti animali, mentre solo il 25% afferma il contrario. 

Nel complesso, quindi, cresce il mercato dei prodotti plant-based  grazie a un numero sempre maggiore di consumatori a livello globale che si spingono verso diete più sane e più sostenibili. Solo nel 2018, secondo The Good Food Institute, sono stati investiti globalmente 673 milioni di dollari in prodotti vegetali alternativi a carne, uova e prodotti lattiero-caseari. Sempre più aziende convertono, del tutto o in parte, la produzione e il risultato sono sempre più alternative vegetali a disposizione dei consumatori che, per consapevolezza o per semplice curiosità, alimentano in maniera incessante il mercato alimentare del prossimo futuro.

Sostieni anche tu la libera informazione!

Scegli per i tuoi acquisti prodotti certificati VEGANOK e invita i tuoi conoscenti a fare lo stesso.
Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

  1. Beh che dire.. ben venga la curiosità, se questo è il risultato! 😊

    Reply
  2. Proprio in fiera a Rimini nei giorni scorsi, abbiamo visto le reazioni del pubblico dopo aver assaggiato Beyond Meat. Quando un prodotto plant based e’ di altissimo livello come questo, il pubblico onnivoro non può sindacare né fare paragoni ed è’ disposto anche a non acquistare più prodotti animali se potesse trovarlo dove va a fare la spesa.

    Reply
  3. Avatar

    L’ho assaggiata ed ha un buon sapore e una buona consistenza. Non è uguale alla carne ma ha comunque un buon sapore

    Reply
  4. Ho anch’io assaggiato il prodotto in fiera e confermo che non è un prodotto per chi come me ha abbandonato ormai la carne da molti anni e non ne sente la mancanza ma piuttosto direi che è per “onnivori curiosi”

    Reply
  5. Per la prima volta l’ho assaggiata anch’io allo stand VEGANOK di Rimini dove il distributore italiano è venuto a trovarmi e devo dire che le mie titubanze iniziali sono sparite. Non è certo il tipo di prodotto che da vegano cerco, ma è indubbiamente ben fatto ed ha un sapore gradevole. Se mi capiterà nuovamente lo riassaggerò con gran piacere 😎

    Reply
  6. Può essere un prodotto valido per gli onnivori che voglio sostituire la carne ma che ne ricercano il sapore.

    Reply
  7. Avatar

    Perché imitare la carne se non la su vuole mangiare?

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti