Andriani, Euro Company, La Molisana, Esselunga: l’industria alimentare e la solidarietà ai tempi del Covid-19

Coronavirus: continua la solidarietà delle aziende. Moltissime sono le iniziative degli imprenditori italiani volte a supportare ospedali e strutture sanitarie. Vediamo alcune, delle storie di solidarietà che stanno popolando, in queste giornate, le pagine dei maggiori quotidiani 

Da sinistra: Michele Andriani presidente di Andriani Spa, Mario Zani General Manager Euro Company, Giuseppe Ferro Ceo La Molisana, Sami Kahale, Ceo di Esselunga

Raccolte fondi e somme devolute alle strutture sanitarie: molte aziende sono attive su questo fronte.
La lista delle iniziative diventa più cospicua di giorno in giorno. Ecco alcune delle misure concrete messe in atto da alcune realtà produttive per affrontare questa emergenza sanitaria senza precedenti.

Andriani Spa– realtà pugliese tra le più importanti realtà nel settore dell’innovation food e produttore di una gamma completa di pasta 100% gluten free ha donato 50mila euro in favore degli Ospedali Regionali impegnati nell’emergenza. In tema Welfare invece, l’Azienda mette al centro il benessere dei propri dipendenti e collaboratori, che in buona parte stanno operando in smart working. Al fine di tutelarne la salute, infatti, ha stipulato uno speciale pacchetto di garanzie e servizi assicurativi come benefit aggiuntivo, mentre per aiutare a conciliare al meglio vita privata e vita lavorativa di quella parte di lavoratori dedita all’attività produttiva, e perciò impossibilitata a svolgere il proprio lavoro in modalità smart, Andriani ha dato vita all’iniziativa Consegna Spesa in Azienda, un servizio grazie al quale le persone potranno quotidianamente ordinare e ritirare a fine turno la propria spesa direttamente in azienda, grazie alla collaborazione con Divella GROUP Coop Superstore, evitando così di doversi recare presso punti vendita esterni.ù

Il pastificio La Molisana ha acquistato tre ventilatori polmonari destinati al Blocco Operatorio della Terapia Intensiva dell’ospedale Cardarelli di Campobasso: 99 mila euro, la spesa sostenuta dalla famiglia Ferro, de La Molisana che ha dichiarato:

“Alla luce della grave epidemia da Coronavirus che sta preoccupando l’Italia e messo a dura prova anche l’economia del paese l’azienda pastaia ha voluto affiancare la comunità sanitaria, in ginocchio per la mancanza di ventilatori polmonari, indispensabili a fronteggiare i casi più gravi e le complicanze del contagioso virus. In un momento così difficile per il nostro sistema sanitario e per la nostra comunità abbiamo pensato di essere d’aiuto acquistando materiale di stretta necessità per il nostro ospedale. Speriamo vivamente che presto tutto si risolva nel migliore dei modi e che rientri il prima possibile questo stato di paura che tutti stiamo vivendo. Siamo fiduciosi che insieme usciremo da questa criticità per ripartire con slancio e determinazione riappropriandoci delle nostre vite”. 

L’azienda Euro Company di Godo, importante realtà nel campo del confezionamento della frutta secca, ha disposto una donazione di 500mila euro per l’acquisto di tecnologie per le terapie intensive dell’ambito sanitario della provincia di Ravenna alle prese con l’emergenza Covid-19. Michele de Pascale, sindaco di Ravenna e presidente della conferenza territoriale socio-sanitaria (Ctss) della Romagna, ringrazia l’impresa per il gesto. e dichiara:

“Premesso che in questo momento vengono messe a disposizione costantemente tutte le risorse necessarie ai fini del mantenimento dei servizi e quindi finora non è stata dilazionata nessuna prestazione per indisponibilità finanziaria e tutti gli enti pubblici, a partire dallo Stato, fino ai Comuni, passando per la Regione, hanno messo a disposizione in emergenza tutto quanto necessario, abbiamo riscontrato nei giorni scorsi una serie di richieste crescenti in tutta la Romagna di cittadini e imprese per fare donazioni a sostegno dell’Ausl della Romagna. Voglio ringraziare tutti coloro che ci hanno contattato e in particolare l’azienda Euro Company che ha già disposto una donazione di 500mila euro per l’acquisto di tecnologie per le terapie intensive dell’ambito sanitario della provincia di Ravenna”.

Segnali di solidarietà anche dalle insegne della GDO. Un esempio su tutti: l’impegno di Esselunga.

Esselunga ha definito un piano straordinario di attività su più fronti  per offrire il proprio contributo nell’emergenza. I punti salienti del programma:

  • Per gli Ospedali e gli Istituti impegnati in prima linea nell’assistenza dei pazienti e nella ricerca scientifica ha previsto donazioni per 2,5 milioni di euro. Il progetto di Esselunga riguarda l’Istituto Nazionale Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma, la Fondazione IRCCS San Matteo di Pavia, l’Ospedale Luigi Sacco di Milano, l’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, l’Ospedale Guglielmo da Saliceto di Piacenza, la Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico.
  • Per i fornitori è stato potenziato l’accordo con Unicredit che agevola i pagamenti allo scopo di alleviarne la tensione finanziaria. Saranno messi a disposizione dei fornitori di Esselunga da UniCredit Factoring 530 milioni di euro di affidamenti dedicati alle anticipazioni di pagamento dei crediti commerciali.
  • Fino a Pasqua, per tutti gli over 65 anni, il contributo di consegna della spesa diventerà gratuito sia per l’e-commerce Esselunga a Casa sia per le consegne dai negozi all’abitazione, in tutte le zone dove Esselunga è presente con il servizio.
  • Per i 5,5 milioni di possessori di Carta Fìdaty, ogni 500 punti Fìdaty utilizzati, Esselunga donerà 5 euro agli ospedali.
  • Per tutti i collaboratori dei negozi Esselunga è stato programmato un intervento straordinario di welfare del valore di 150 euro a persona.

Il Ceo Kahale Sami ha dichiarato:

“Non possiamo stare fermi a guardare la difficoltà e preoccupazione generale causata dalla diffusione del Covid-19. Ognuno deve fare la sua parte. Esselunga, che ha sempre cercato di essere vicina ai territori in cui è presente, vuole confermare concretamente il proprio impegno. Vogliamo ringraziare medici, personale sanitario e ricercatori impegnati nel servizio alla Comunità, i nostri collaboratori che nei negozi stanno lavorando instancabilmente e allo stesso tempo offrire un aiuto tangibile alle persone più anziane così come ai nostri fornitori, in non pochi casi piccole e medie imprese del territorio”.

  1. Avatar

    Che splendidi esempi. In questi giorni l’orgoglio di essere italiana è molto forte

    Reply
  2. Avatar

    Quello che Esselunga non dice è che dentro uno dei suoi centri logistici per le consegne a domicilio ci sono stati più casi di persone positive ai test del coronavirus e hanno chiuso per sanificare tutto

    Reply
    • Beh, queste cose possono essere accadute ed accadono ovunque ahimè, ma con questo vogliamo non riconoscere ad Esselunga la grande sensibilità ed il gran gesto ???
      Io non capisco perché ogni buona notizia deve essere polemizzata …
      Grazie Esselunga e grazie a tutte le altre aziende , che tra l’altro sono certificate VEGANOK , per il gesto !

      Reply
    • Avatar

      facile pontificare contro chi sta facendo qualcosa tu cosa stai facendo?

      Reply
  3. Avatar
    Gian Maria Cavalieri 17 Marzo 2020, 10:35

    Complimenti a queste aziende per la loro dimostrazione di solidarietà.

    Reply
  4. Complimenti a queste aziende… un gesto davvero significativo in un momento così difficile

    Reply
  5. Avatar
    Erica Congiu 17 Marzo 2020, 17:08

    Aziende encomiabili, Ho già avuto modo di apprezzare l’impegno di eurocompany nel tutelare i propri dipendenti e finanziare iniziative a sostegno della salute. Meno male che esistono realtà che vanno oltre i propri interessi personali.

    Reply
  6. La solidarietà tra le aziende è ammirevole.

    Reply
  7. Avatar

    L’Italia che vale!

    Reply
  8. Ringraziamo queste aziende per questo gesto di solidarietà in questo momento storico difficilissimo…

    Reply
  9. La dimostrazione e l’esempio di aziende così importanti sono fondamentali per sensibilizzare la popolazione sul senso della comunità.

    Reply
  10. Avatar

    Ancora una volta le aziende italiane dimostrano apertamente il proprio ruolo sociale

    Reply
  11. Ancora una volta il buon esempio viene da chi giornalmente imprende, rischia, garantisce lavoro alle persone e crescita della società tutta.
    Gli imprenditori sono il tessuto vivo della nostra società.

    Reply

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Vai alla barra degli strumenti